America Latina, la regione più colpita da COVID-19 in tutto il mondo

Pubblicato il 27 luglio 2020 alle 13:00 in America Latina America centrale e Caraibi

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Un’ondata di nuovi casi di COVID-19 in Brasile, Messico, Perù, Colombia e Argentina ha reso l’America Latina la regione più colpita dalla pandemia di coronavirus nel mondo.

Il 26 luglio, il numero totale di infetti in America Latina per la prima volta ha superato la somma dei casi confermati negli Stati Uniti e in Canada.

La rapida crescita del numero di pazienti con COVID-19 rende dunque l’America Latina la regione più colpita dalla pandemia in tutto il mondo, con il 26,83% di tutti i casi a livello mondiale, riferisce Reuters.Secondo gli ultimi dati forniti dai governi dei diversi paesi, le nazioni latinoamericane sommano un totale di 4.327.160 casi confermati della malattia causata dal virus SARS-CoV-2. Il numero combinato di pazienti negli Stati Uniti e in Canada dall’inizio della pandemia è invece di 4.308.495. 

Gli Stati Uniti continuano a occupare il primo posto nella classifica mondiale dei casi confermati e dei decessi per COVID-19, con oltre 4,2 milioni di infetti e oltre 146.000 decessi. Segue il Brasile, dove la malattia ha già ucciso quasi 87.000 cittadini e infettato circa 2,4 milioni.

Dei primi 10 paesi nell’elenco, quattro sono latinoamericani: Brasile, Messico, Perù e Cile .

Ad oggi, il COVID-19 ha già infettato oltre 16,2 milioni di persone in tutto il mondo. In totale, quasi 650.000 persone sono morte a causa della malattia.

Leggi Sicurezza Internazionale il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di spagnolo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.