Londra si prepara a respingere le minacce di Russia e Cina

Pubblicato il 26 luglio 2020 alle 12:43 in Cina Russia UK

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il segretario alla Difesa del Regno Unito, Ben Wallace, ha dichiarato, in un articolo apparso sul The Telegraph il 26 luglio, che Londra sta portando avanti la più ampia revisione delle proprie politiche estere, di sicurezza e di difesa dalla guerra fredda, per migliorare la propria abilità di gestire le minacce poste da Russia e Cina, soprattutto nello spazio.

Il primo ministro inglese, Boris Johnson, ha poi annunciato il rinnovo dell’Atto sul Tradimento e dell’Atto sullo spionaggio e la riformulazione dell’Atto Ufficiale sui Segreti di Stato, intesi a difendere il Paese dai pericoli posti da russi e cinesi. Se ciò venisse fatto, si tratterebbe del maggior cambiamento apportato alle leggi sul tradimento dal 1695.

In particolare, secondo il Regno Unito e gli USA, il 15 luglio scorso, la Russia avrebbe testato  il lancio di un missile che sembrerebbe essere un arma in grado di colpire satelliti, mettendo così a rischio l’utilizzo pacifico dello spazio. Il segretario ha poi aggiunto che anche la Cina sta sviluppando armamenti offensivi spaziali e potenziando le proprie capacità come Mosca.

Tali comportamenti dimostrano l’importanza di rivedere la condotta attuale del governo di Londra in merito e, per questo, il Ministero della Difesa inglese sposterà l’attenzione dalla guerra convenzionale ai settori dello spazio, della cibernetica e dell’ambiente sottomarino. Il governo inglese adotterà una difesa di nuova generazione per vincere sui nemici con tecnologie più avanzate e innovazione continua.

Da un lato, le tensioni tra Regno Unito e Russia si sono riaccese nelle ultime settimane, dapprima il 6 luglio, con l’imposizione di nuove sanzioni inglesi ai danni di 25 funzionari russi per violazione dei diritti umani, in connessione al maltrattamento e alla morte dell’avvocato Sergei Magnitsky. Poi, il 21 luglio, la Commissione parlamentare inglese per l’Intelligence e la Sicurezza ha accusato Mosca di aver cercato di influenzare il referendum scozzese del 18 settembre 2014, nel quale gli elettori di Edimburgo avevano rifiutato l’indipendenza dal Regno Unito.  Infine, Londra ha affermato che la Russia ha cercato di hackerare le ricerche sui vaccini per il coronavirus inglesi.

Dall’altro, Il Regno Unito ha iniziato a colpire la Cina sospendendo la partecipazione di Huawei alla costruzione della propria rete 5G il 14 luglio scorso. Il successivo 20 luglio, Londra ha poi annunciato la sospensione del trattato di estradizione con Hong Kong e l’embargo sulle armi, nel contesto di crescenti escalation con Pechino per l’applicazione della legge sulla sicurezza nazionale sull’isola, ex-colonia inglese, il 30 giugno scorso. Infine, il 22 luglio, l’Ufficio per gli Affari Interni del governo di Londra ha annunciato la possibilità per 2,9 milioni di abitanti di Hong Kong di ottenere la cittadinanza inglese. Londra ha cambiato il proprio atteggiamento verso Pechino avvicinandosi alle posizioni adottate dagli USA mettendo a rischio i sostanziosi investimenti cinesi, soprattutto nel settore infrastrutturale e, in particolare, in quello nucleare.

Leggi Sicurezza Internazionale, il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Camilla Canestri, interprete di cinese e inglese

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.