Russia: Putin firma decreto Obiettivo 2030

Pubblicato il 23 luglio 2020 alle 8:53 in Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente della Federazione russa, Vladimir Putin ha firmato il decreto “Sugli obiettivi di sviluppo nazionale della Federazione Russa per il periodo fino al 2030”.

Al fine di attuare lo sviluppo rivoluzionario della Federazione Russa, aumentare la popolazione del paese, migliorare il tenore di vita dei cittadini, creare condizioni confortevoli per la loro residenza e rivelare il talento di ogni persona, il governo russo ha stabilito quali sono gli obiettivi per lo sviluppo nazionale della Federazione.

Tra questi “obiettivi di sviluppo” da raggiungere entro il 2030: conservazione della popolazione, salute e benessere delle persone; opportunità di autorealizzazione e sviluppo di talenti; ambiente di vita confortevole e sicuro; lavoro dignitoso, efficiente e imprenditorialità di successo; trasformazione digitale.

Nel quadro dell’obiettivo nazionale “Conservazione della popolazione, salute e benessere delle persone”, il governo punta ad assicurare una crescita sostenibile nella popolazione della Federazione Russa, aumentare l’aspettativa di vita a 78 anni, ridurre della metà il livello di povertà rispetto all’indicatore del 2017. Tra i mezzi per raggiungere tali obiettivi, si punta ad un aumento della percentuale di cittadini che si dedicano sistematicamente alla cultura fisica e allo sport, fino al 70%.

Nell’ambito dell’obiettivo nazionale “Opportunità di autorealizzazione e sviluppo di talenti”, si punta all’ingresso della Federazione russa tra i primi dieci paesi del mondo in termini di qualità dell’istruzione generale; alla formazione di un sistema efficace per identificare, supportare e sviluppare le capacità e i talenti di bambini e giovani, basato sui principi di giustizia, universalità e finalizzato all’autodeterminazione e all’orientamento professionale di tutti gli studenti; ad assicurare la presenza della Federazione russa tra i dieci principali paesi del mondo in termini di ricerca e sviluppo, anche attraverso la creazione di un efficace sistema di istruzione superiore; alla creazione di condizioni per l’educazione di una personalità armoniosamente sviluppata e socialmente responsabile basata sui valori spirituali e morali dei popoli della Federazione russa, sulle tradizioni storiche e culturali nazionali; ad un aumento della percentuale di cittadini impegnati in attività di volontariato o coinvolti in attività di organizzazioni di volontariato fino al 15%; ad un aumento del numero di visite a eventi culturali triplicato rispetto all’indicatore del 2019.

Nel quadro dell’obiettivo nazionale “Ambiente confortevole e sicuro per la vita”, il Cremlino intende migliorare le condizioni di vita di almeno 5 milioni di famiglie all’anno e aumentare il volume delle costruzioni abitative ad almeno 120 milioni di metri quadrati all’anno; migliorare della qualità dell’ambiente urbano della metà; assicurare la quota della rete stradale nei maggiori agglomerati urbani che soddisfi i requisiti normativi a un livello di almeno l’85%; creare un sistema sostenibile per la gestione dei rifiuti solidi urbani, garantendo la cernita dei rifiuti nella quantità del 100 percento e riducendo della metà il volume dei rifiuti inviati in discarica; dimezzare le emissioni di inquinanti pericolosi che hanno il maggiore impatto negativo sull’ambiente e sulla salute umana; eliminare gli elementi più pericolosi di danno ambientale accumulato e miglioramento ecologico dei corpi idrici, tra cui il fiume Volga e il lago Baikal.

Per l’obiettivo nazionale “Lavoro dignitoso, efficace e imprenditoria di successo”, si intende assicurare un tasso di crescita del prodotto interno lordo del paese superiore alla media mondiale mantenendo la stabilità macroeconomica; assicurare il tasso di crescita sostenibile dei redditi della popolazione e il livello della previdenza non inferiore all’inflazione; ottenere una crescita reale degli investimenti in immobili di almeno il 70% rispetto al 2020; ottenere una crescita reale delle esportazioni di beni non primari non energetici di almeno il 70 percento rispetto al 2020; aumentare il numero di persone occupate nelle piccole e medie imprese, compresi i singoli imprenditori e i lavoratori autonomi, fino a 25 milioni di persone.

Infine, nell’ambito dell’obiettivo nazionale “Trasformazione digitale”, il Cremlino punta al conseguimento della “maturità digitale” dei settori chiave dell’economia e della sfera sociale, compresa l’assistenza sanitaria e l’istruzione, nonché della pubblica amministrazione; ad un aumento della percentuale di servizi socialmente significativi di massa disponibili in forma elettronica al 95%; ad un aumento della percentuale di famiglie dotate della possibilità di accesso a banda larga alla rete di informazioni e telecomunicazioni Internet, fino al 97%; ad un aumento degli investimenti in soluzioni domestiche nel campo della tecnologia dell’informazione quattro volte rispetto all’indicatore del 2019.

Nel testo del decreto firmato da Putin si stabilisce inoltre che entro il prossimo 30 ottobre il governo federale dovrà presentare proposte di legge e decreti volti a raggiungere gli obiettivi di sviluppo in oggetto. L’azione è suddivisa in due tempi, il primo 2020-24 e il secondo 2024-30.

Leggi Sicurezza Internazionale il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.