UE: nuovi fondi per il Nord Africa, aumenta l’impegno in Libia

Pubblicato il 11 luglio 2020 alle 7:25 in Europa Libia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

LUnione Europea ha adottato, nellambito della sua risposta globale allepidemia di coronavirus, un nuovo pacchetto di assistenza per proteggere i migranti, stabilizzare le comunità locali e rispondere al COVID-19 in Nord Africa. Il piano, avviato il 2 luglio, comprende lo stanziamento di 80 milioni di euro, sotto forma di nuovi fondi, e quello di 30 milioni di euro attraverso il ricorso al suo Fondo fiduciario di emergenza per l’Africa (EUTF).

In linea con limpegno dell’UE nella lotta globale al COVID-19, il nuovo finanziamento rafforzerà la capacità di risposta delle autorità locali, potenzierà i sistemi e i servizi sanitari dei Paesi nordafricani, mitigherà l’impatto socioeconomico della crisi e consentirà di portare avanti le iniziative per la protezione dei migranti e dei rifugiati.

Con questo pacchetto di assistenza sostanziale e mirato rispondiamo alle urgenti necessità di combattere la crisi del COVID-19 e di rispondere alle esigenze di alcuni dei gruppi più vulnerabili del Nord Africa, in particolare rifugiati, migranti e sfollati, ha dichiarato il commissario europeo per il vicinato e lallargamento, Oliver Varhelyi.

In Libia, il Fondo fiduciario di emergenza dell’UE per l’Africa ha già provveduto a fornire ad almeno 200.000 strutture kit sanitari e assistenza medica. In più, secondo il commissario, oltre 1,7 milioni di persone hanno potuto contare su un migliore accesso ai servizi di base nelle comunità locali, grazie al rinnovamento di varie cliniche e centri sanitari.

L’UE ha affermato che la Libia rimane il principale beneficiario nel Nord Africa dellEUTF, con 455 milioni di euro stanziati in programmi di assistenza, per la maggior parte destinati alla protezione dei migranti, alla stabilizzazione delle comunità e alla gestione delle frontiere. Nell’ambito dell’approccio globale dell’UE, da inizio luglio sono attivi in Libia tre nuovi programmi per migliorare la capacità di risposta del Paese alle sfide sanitarie derivanti dalla pandemia di coronavirus. Questi includono:

1-un programma di protezione da 30,2 milioni di euro per fornire servizi di protezione ai migranti e ai gruppi più vulnerabili, per garantire l’assistenza sanitaria finalizzata al trattamento di altre patologie, come la tubercolosi e per assicurare lassistenza nelle evacuazioni di emergenza al di fuori della Libia, una volta che le restrizioni di viaggio verranno completamente revocate.

2-uno specifico programma contro il COVID-19 da 20 milioni di euro, per rafforzare la risposta immediata al virus, compresa la fornitura di dispositivi di protezione individuale e la formazione del personale sanitario, nonché per migliorare le capacità di laboratorio e le prestazioni della terapia intensiva.

3-un programma di stabilizzazione della comunità da 25 milioni di euro per continuare a migliorare le condizioni di vita della popolazione, in particolare nel Sud, migliorando l’accesso ai servizi di base e ai sussidi sociali.

Al contempo, lUE ha adottato un programma regionale di protezione dell’infanzia da 3,7 milioni di euro, incentrato sulla Libia e sull’Egitto, per migliorare la protezione dei minori e ampliare l’accesso a soluzioni sostenibili per bambini e giovani non accompagnati, compresi quelli che vengono recuperati lungo la rotta del Mediterraneo centrale. Altri 6,5 milioni di euro sono stati infine adottati per finanziare uno strumento di cooperazione tecnica volto a garantire il monitoraggio e la valutazione di tutte le azioni attuate nell’ambito dellEUTF in Nord Africa.

IlFondo fiduciario di emergenza dell’UE per l’Africa è stato istituito nel novembre 2015 per affrontare le cause dell’instabilità interna, lo sfollamento forzato e la migrazione irregolare. Il Fondo copre principalmente tre finestre: il Sahel e il lago Ciad, il Corno d’Africa e il Nord Africa.

Leggi Sicurezza Internazionale, il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Chiara Gentili

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.