Lavrov avverte: “Rischio di conflitto nucleare”

Pubblicato il 11 luglio 2020 alle 6:13 in Russia USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il ministro degli Esteri della Federazione Russa Sergej Lavrov ha assicurato che Mosca farà sentire la propria voce contro qualsivoglia confronto nucleare nel prossimo summit del Consiglio permanente di sicurezza dell’ONU.

Nella giornata di ieri, il capo della diplomazia russa ha affermato che il rischio di un conflitto nucleare è ben presente nel panorama geopolitico attuale ed è cresciuto in maniera significativa negli ultimi anni.

In particolare, Lavrov ha sottolineato come la sicurezza internazionale si sia deteriorata a causa dello smantellamento del sistema di controllo degli armamenti.

“Sono d’accordo sul fatto che i rischi legati al nucleare siano cresciuti in maniera sostanziale e che la sicurezza e la stabilità strategica globale stiano degenerando. Le ragioni sono chiare a tutti: gli Stati Uniti vogliono tornare ad avere il dominio della scena globale e avere la meglio nella lotta tra le grandi potenze”, ha dichiarato il ministro russo.

Lavrov ha quindi affrontato il tema legato al destino del trattato New START, spiegando che ormai è chiaro per tutti che Washington non abbia alcuna intenzione di estenderlo.

Il trattato New START, entrato in vigore nel 2010, scadrà il 5 febbraio 2021, sebbene esso preveda la possibilità di estensione fino al 2026.

L’accordo prevede la riduzione della metà dei vettori per il lancio di missili strategici e quello delle testate nucleari dislocabili a 1500.

Il New START è attualmente l’ultimo trattato sulla riduzione degli armamenti nucleari firmato da Russia e Stati Uniti dopo la scadenza del Trattato INF. Da parte sua, la Russia ha più volte manifestato la sua volontà di estendere il trattato.


Leggi Sicurezza Internazionale il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.