Trump e López Obrador firmano Trattato di Libero scambio

Pubblicato il 9 luglio 2020 alle 10:14 in Messico USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente messicano Andrés Manuel López Obrador e il suo omologo statunitense Donald Trump hanno firmato a Washington l’accordo di libero scambio Messico-Canada (T-MEC), entrato in vigore il 1° luglio 2019. I due presidenti hanno firmato inoltre una dichiarazione congiunta dopo un incontro bilaterale alla Casa Bianca.

Durante l’incontro a porte chiuse, Donald Trump e Andrés Manuel López Obrador hanno anche discusso della crisi migratoria e del muro di confine tra i due Paesi. Questa negli Stati Uniti è la prima visita di lavoro del presidente messicano all’estero da quando è entrato in carica nel dicembre 2018.

Durante la conferenza stampa precedente il vertice, il presidente degli Stati Uniti ha dato il benvenuto a López Obrador. Trump ha sottolineato che è un onore che abbia scelto gli Stati Uniti per fare il suo primo viaggio ufficiale fuori dal Messico. “Siamo commossi dal fatto che la tua prima visita all’estero sia negli Stati Uniti, è un onore che tu sia stato alla Casa Bianca, le nostre relazioni non sono mai state così strette e vicine. Le nostre relazioni sono basate sulla fiducia e sul rispetto reciproco” – ha affermato l’inquilino della Casa Bianca, che ha sottolineato la forza delle relazioni del suo paese con il Messico. “La gente scommetteva contro questa relazione, ma non siamo mai stati così vicini” – ha sottolineato.

Trump ha affermato che sia lui che il presidente messicano sono stati eletti per combattere la corruzione e ripristinare il potere delle persone nei loro paesi. Ha indicato che i governi di entrambi i paesi lavorano insieme per combattere il traffico di droga e questa lotta, secondo il presidente degli Stati Uniti, ha già mostrato grandi risultati al confine meridionale. “I nostri governi operano in stretta collaborazione per eliminare il traffico di stupefacenti e di armi e la tratta di esseri umani, sforzandosi di combattere i cartelli, creando leggi sull’immigrazione che proteggano davvero la popolazione” – ha affermato.

A sua volta, López Obrador ha lanciato un appello alle imprese ad approfittare di tutti i vantaggi che il nuovo trattato offre agli Stati Uniti e al Messico. Tuttavia, non ha escluso che vi siano ancora rimostranze per le tensioni recenti per le posizioni che il vicino del nord ha assunto contro il Messico. Abbiamo avuto divergenze e ci sono rimostranze che non sono ancora state dimenticate, ma siamo anche stati in grado di stabilire accordi di cooperazione e coesistenza” – ha affermato López Obrador.

Il presidente messicano ha sottolineato l’importanza del trattato nordamericano di libero scambio, la cui firma è stata l’obiettivo principale della visita negli Stati Uniti, secondo lo stesso López Obrador.

“Nel mio paese è scoppiato un buon dibattito sulla convenienza di questo viaggio. Ho deciso di venire, perché come ho già detto in precedenza, l’attuazione del trattato T-MEC è molto importante, ma volevo anche essere qui per ringraziare il popolo degli Stati Uniti , il vostro governo e lei, presidente Trump, per essere sempre più rispettosi nei confronti dei nostri connazionali messicani” – ha affermato il presidente messicano. “Invece di rimostranze verso di me e, soprattutto, verso il mio paese, abbiamo ricevuto comprensione e rispetto da parte vostra. Alcuni hanno pensato che le nostre differenze ideologiche dovessero portarvi allo scontro, fortunatamente il cattivo presagio non si è realizzato” – ha aggiunto.

Le attività di López Obrador si concluderanno con una cena che il presidente Trump offrirà in suo onore, alla quale prenderà parte un gruppo di uomini d’affari di entrambi i paesi.

Leggi Sicurezza Internazionale il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di spagnolo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.