La polizia spagnola smantella una cellula che reclutava jihadisti a Barcellona

Pubblicato il 9 luglio 2020 alle 13:00 in Europa Spagna

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La polizia nazionale spagnola ha smantellato una cellula dedicata al reclutamento e al successivo indottrinamento di jihadisti a Badalona, in Catalogna.

“Gli agenti della polizia nazionale hanno arrestato tre persone nella città di Badalona [Barcellona] per la loro presunta partecipazione a crimini di reclutamento e indottrinamento a fini terroristici”, ha riferito la polizia spagnola in un comunicato.

A seguito dell’operazione, i tre detenuti sono stati consegnati alla giustizia e sono entrati in carcere per ordine del giudice.

I tre uomini facevano parte di un’organizzazione che si dedicava ad attrarre giovani e indottrinarli alla lotta jihadista attraverso un processo di radicalizzazione che aveva già raggiunto uno stadio avanzato.

Gli agenti hanno iniziato a indagare sulla cellula di Badalona già un anno e mezzo fa, dopo aver ottenuto informazioni che indicavano che i tre uomini stavano svolgendo lavori per reclutare e indottrinare diverse persone del loro ambiente.

Le indagini della polizia hanno permesso di collegare i membri del gruppo alla radicalizzazione di un cittadino di origine marocchina, che era andato in Siria per unirsi all’ISIS.

Secondo la polizia, i jihadisti “avrebbero tenuto riunioni regolari con un piccolo gruppo di persone che indottrinavano con messaggi sulla creazione di un Califfato universale”.

Durante queste sessioni di indottrinamento, fornivano alle giovani reclute “contenuto radicale nel quale si incitava alla jihad”.

Per svolgere le riunioni senza essere scoperti dalla polizia, i membri della cellula adottavano scrupolose misure di sicurezza come manovre diversive agli ingressi e alle uscite dei luoghi in cui si tenevano gli incontri. 

L’operazione della polizia a Badalona ha portato a tre perquisizioni nelle case dei detenuti, dove gli agenti hanno sequestrato materiale elettronico, telefoni e diversi documenti falsi.

Negli ultimi mesi, e in coincidenza con lo stato di allarme decretato in Spagna a causa della pandemia di coronavirus, la polizia nazionale ha effettuato sei operazioni antiterrorismo che si sono concluse con l’arresto di 13 sospetti jihadisti.


Leggi Sicurezza Internazionale il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di spagnolo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.