Brexit: divergenze sull’accordo, salta l’incontro tra i due capi negoziatori

Pubblicato il 2 luglio 2020 alle 16:47 in Europa UK

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Regno Unito e l’Unione Europea non sono riusciti a compiere progressi nei negoziati sulle relazioni post-Brexit a causa di grandi divergenze riguardo all’accordo sul commercio, secondo quanto riferito da alcuni funzionari, il 2 luglio.

Ciò ha implicato che il primo incontro in presenza dopo la pandemia di coronavirus, fissato per venerdì 3 luglio tra i due capi negoziatori, David Frost per il Regno Unito e Michel Barnier per l’UE, è stato cancellato. “I negoziati sono stati completi e utili”, ha reso noto Frost in una dichiarazione. “Ma hanno anche sottolineato le differenze significative che ancora permangono tra noi su una serie di questioni importanti”, ha aggiunto il delegato inglese.

Da parte sua, Barnier ha commentato che l’UE ha continuato a credere che un accordo fosse possibile e nell’interesse di tutti, ma le proprie richieste di partnership economica sono rimaste invariate. “Dopo quattro giorni di discussioni, rimangono gravi divergenze. L’UE si aspetta, a sua volta, che le sue posizioni siano meglio comprese e rispettate al fine di raggiungere un accordo. Abbiamo bisogno di un impegno equivalente da parte del Regno Unito.” ha riferito il capo delegazione europeo.

A tal proposito, Barnier ha ribadito che la posizione dell’UE si basa sulla prospettiva di un’impossibilità di qualsiasi partnership economica senza “solide garanzie per una parità di condizioni, anche per quanto riguarda gli aiuti di Stato, per garantire una concorrenza aperta e leale tra le nostre imprese”.

Il timore dei politici europei è che il Regno Unito possa ottenere un vantaggio competitivo facilitando le regole finanziarie, a cui Londra tuttavia ha replicato, affermando di voler mantenere elevati gli standard di regolamentazione. Nello specifico, secondo Barnier, la Gran Bretagna mira a rendere più semplice la gestione di servizi finanziari dell’UE da Londra, con il minor numero possibile di operazioni e personale nel continente. Dopo la Brexit, molte banche e assicuratori con sede nel Regno Unito hanno aperto hub in altri Paesi europei per continuare a servire i propri clienti, indipendentemente dall’accordo che Londra firmerà con Bruxelles.

Il Regno Unito ha lasciato l’Unione Europea alle 23:00, ora locale, del 31 gennaio. Di fatto, Londra ha lasciato l’Unione, ma è entrata in un periodo di transizione che durerà per almeno 11 mesi, durante i quali i negoziatori dovranno definire le future relazioni tra il Regno Unito e l’Unione. Al momento, quindi, il rapporto tra il blocco e la Gran Bretagna è tutto da definire. In particolare, rimane da decidere l’eventuale adozione da parte di UE e Gran Bretagna di un accordo che faciliti il commercio, specie se di mercato unico. Un’intesa per rendere più agibile il commercio è probabile ma non certa. L’UE rimane il maggior partner commerciale del Regno Unito ed accedere al mercato unico è l’obiettivo finale del governo britannico.

In tale quadro, lo scorso 10 giugno, il Guardian aveva rivelato la possibilità che il Parlamento Europeo decida di porre il veto sull’eventuale accordo commerciale post-Brexit tra UE e Regno Unito, in caso di assenza di solidi meccanismi di salvaguardia. In particolare, il veto potrà giungere in caso di assenza di garanzie sulla parità di condizioni in materia di concorrenza e standard comuni in ambito ambientale e relativo alla tutela dei lavoratori.  La parità di condizioni rappresenta, insieme alla pesca, alla governance e al quadro normativo e securitario, uno dei quattro argomenti chiave su cui è in stallo il negoziato tra le due parti.

Leggi Sicurezza Internazionale, il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Mariela Langone

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.