La Colombia approva l’ergastolo per gli stupratori di minori

Pubblicato il 29 giugno 2020 alle 6:07 in America Latina Colombia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Senato colombiano ha approvato l’ergastolo per gli stupratori di bambini, una misura che è stata applaudita da diversi settori del paese a causa dei continui abusi segnalati di questo tipo in particolare durante la quarantena in vigore ormai da oltre tre mesi per via della pandemia di coronavirus.

L’iniziativa, che ha ricevuto 77 voti favorevoli e nessuno contrario, riforma l’articolo 34 della Costituzione in modo che una delle pene che i giudici possono applicare a questi criminali sia quella di ergastolo. La sessione del Senato di Bogotà è stata completamente virtuale, con i senatori connessi da casa.

“Lo stupro di bambini è un cancro che corrode la società. Abbiamo preso una buona decisione, una decisione che serve al paese” – ha detto il senatore Jorge Guevara del partito di opposizione Alianza Verde. 

Il senatore del partito al centro del Centro Democratico, Ruby Chagüi, ha scritto su Twitter: “Giornata storica in Colombia! Abbiamo approvato in Aula del Senato l’ergastolo per assassini e stupratori di bambini e adolescenti. Questo è un trionfo della democrazia, delle vittime e di tutti i colombiani”.

Da parte sua, Yohana Jiménez , figlia del defunto membro del Congresso Gilma Jiménez , che è stata per anni portabandiera per questa legge, ha scritto sui social network: “Ce l’abbiamo fatta. Giornata storica basata su ciò che abbiamo di più importante: i nostri figli. Oggi si divide in due la storia del nostro paese per la difesa dei diritti dei nostri figli dall’eredità di mia madre”.

L’approvazione del disegno di legge è stata salutata con favore dal presidente colombiano Iván Duque, che ha ringraziato i senatori e si congratulato con loro per il voto unanime.

“Oggi la Colombia ha una grande ragione di felicità. Il Congresso ha attuato quella grande riforma che così tante famiglie si aspettavano ed è che da oggi la Colombia ha una condanna all’ergastolo per stupratori e assassini di minori” – ha detto Duque in una breve allocuzione.

Il progetto è stato promosso dal capo dello stato, che più volte ha affermato che nel Paese non poteva “continuare a vedere abusi contro i bambini” rimanere impuniti o puniti con pene minime.

Il governo colombiano avrà, a partire dalla promulgazione della nuova legge, un periodo di un anno per presentare al Congresso un disegno di legge che regoli l’ergastolo per gli stupratori di minori. Il 17 maggio scorso, la Camera dei rappresentanti colombiana aveva approvato il progetto con 135 voti a favore e 22 contrari.

Leggi Sicurezza Internazionale il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di spagnolo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.