Honduras: si aggrava il bilancio della pandemia

Pubblicato il 24 giugno 2020 alle 9:39 in America Latina America centrale e Caraibi

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’Honduras si sta avvicinando ai 14.000 casi di COVID-19 e già accumula più di 400 decessi legati alla pandemia, con 1.356 nuovi positivi e 10 decessi registrati nelle ultime 24 ore, secondo i dati ufficiali.

“È stato riferito che 1.356 nuovi test sono stati effettuati per diagnosticare il virus, di cui 587 hanno dato risultati positivi, aggiungendo così un totale di 13.943 casi di COVID-19 a livello nazionale” – afferma la dichiarazione rilasciata martedì sera attraverso il Sistema Nazionale di Gestione del rischio (SINAGER) dalle autorità di Tegucigalpa. 

Dei 1.151 pazienti attualmente ricoverati in ospedale, 352 sono gravi e 46 sono in terapia intensiva, riferiscono ancora le autorità sanitarie del paese mesoamericano. Nelle ultime 24 ore, inoltre, 99 pazienti si sono ripresi dalla malattia, portando il numero dei guariti e dei dimessi a 1.461 persone in totale. “Sfortunatamente, è stata segnalata la morte di altre 10 persone, per un totale di 405 decessi a livello nazionale a causa di COVID19” – afferma ancora la nota.

Il 21 giugno scorso, il governo dell’Honduras ha dovuto sospendere la fase iniziale del processo di riapertura economica, a causa di un rimbalzo nei casi di COVID-19, una malattia che ha colpito anche il presidente Juan Orlando Hernández e sua moglie.

Il Ministero della Sicurezza nazionale ha ratificato nel suo comunicato le misure di quarantena totale e coprifuoco; è autorizzato solo il trasporto di merci, carburanti, prodotti agricoli e alimenti deperibili, prodotti medici e bene di prima necessità; si autorizza inoltre il trasporto da e verso ospedali pubblici e privati, il trasporto di emergenza e la mobilità delle forze di sicurezza e delle forze dell’ordine.

Frattanto la procura generale del Paese ha avviato un’indagine sul direttore del dipartimento di investimenti pubblici, InvestHonduras, Marco Bográn, responsabile dell’acquisto di ospedali da campo, che non sono mai arrivati in Honduras, nonostante una spesa di 48 milioni di dollari. Bográn ha affermato di aver contrattato “in buona fede” alcuni intermediari, che lo avrebbero raggirato. La pressione popolare ha spinto le autorità a prendere le distanze dal direttore di InvestHonduras e la magistratura ha ora aperto un’inchiesta per frode.

Leggi Sicurezza Internazionale il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di spagnolo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.