Russia: arrestato funzionario spia ucraina

Pubblicato il 23 giugno 2020 alle 10:08 in Russia Ucraina

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Gli agenti dell’FSB hanno arrestato il capo del dipartimento distrettuale del Ministero dell’Interno per la regione di Kursk, un tenente colonnello della polizia, per sospetto di tradimento – per aver trasmesso informazioni che costituivano segreti di stato al Servizio di sicurezza dell’Ucraina. Questo è stato segnalato all’agenzia di stampa TASS dal Centro Pubbliche Relazioni (CSP) dell’Agenzia Federale per la Sicurezza (FSB, i servizi segreti russi).

“L’FSB, nell’ambito di un procedimento penale a causa di un reato ai sensi dell’articolo 275 del codice penale della Russia, ha arrestato il capo del dipartimento distrettuale del Ministero degli affari interni del Ministero degli affari interni nella regione di Kursk, tenente di polizia colonnello Borzenkov Dmitrij Aleksandrovič, nato nel 1981”. Afferma il comunicato dell’intelligence di Mosca. L’articolo 275 del codice penale della Federazione russa stabilisce il reato di alto tradimento e ne norma le pene correlate.

Borzenkov è stato arrestato su ordine del tribunale distrettuale di Mosca. “La sentenza della corte del 20 giugno su Borzenkov Dmitrij Aleksandrovič, sospettato di aver commesso un reato ai sensi dell’articolo 275 del codice penale, prevede una misura cauzionale sotto forma di detenzione preventiva fino al 18 agosto” – ha dichiarato alla stampa la portavoce della corte Ksenija Pervovlasenko.

L’FSB ha sottolineato che “secondo il controspionaggio” Borzenkov è stato coinvolto nella cooperazione confidenziale da uno dei dipartimenti del Servizio di sicurezza dell’Ucraina, su istruzioni di un servizio di intelligence straniero, ha raccolto e trasmesso informazioni che costituiscono segreto di stato. “È in corso un’indagine” – hanno aggiunto dal servizio di intelligence russe, senza fornire ulteriori dettagli.

Al momento dell’arresto, Dmitrij Borzenkov era il capo ad interim dell’ufficio del Ministero degli affari interni russo nel distretto di Zolotuchinskij nella regione di Kursk, nella Russia occidentale, a pochi chilometri dal confine con l’Ucraina.

Successivamente, la direzione del Ministero degli affari interni della regione di Kursk ha iniziato un’ispezione presso il dipartimento di polizia, dove l’uomo ha operato fino all’arresto. “Borzenkov è stato sospeso. Tutto, armi e documenti inclusi, gli è stato confiscato. È in corso un’indagine per espellerlo ufficialmente dalla polizia per motivi di grave inadempienza al dovere” – ha reso noto la polizia russa.

Leggi Sicurezza Internazionale il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di spagnolo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.