Mercosur: vertice regionale sull’emergenza sanitaria per coronavirus

Pubblicato il 19 giugno 2020 alle 10:39 in America Latina Paraguay

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

I ministri della sanità dei Paesi del Mercato comune del Sud (Mercosur) si sono incontrati per analizzare la situazione nella regione nella lotta contro COVID-19, morbillo, dengue e febbre gialla, ha riferito il ministero degli Esteri paraguaiano.

“Nell’esercizio della presidenza Pro Tempore del Mercosur, la Repubblica del Paraguay ha presieduto oggi l’incontro ordinario XLVI dei Ministri della Salute del blocco regionale, condotto dal sistema di videoconferenza, con la piena partecipazione degli Stati membri e la presenza di stati associati” – ha comunicato la diplomazia di Asunción in una dichiarazione pubblicata sul suo sito web.

L’incontro è stato aperto dal Ministro della sanità pubblica e del benessere sociale paraguayano, Julio Mazzoleni, che ha affrontato in particolare la situazione della pandemia SARS-CoV-2, nonché lo scenario epidemiologico regionale di altri eventi prioritari per Regione del MERCOSUR, tra cui il morbillo, la dengue e la febbre gialla. È il primo vertice dei ministri della salute di Paraguay, Uruguay, Argentina e Brasile dall’inizio della pandemia, che colpisce in maniera particolarmente dura il Brasile e che ha iniziato una nuova fase ascendente in Argentina. 

I ministri hanno discusso inoltre di una proposta presentata ai segretari di stato chiamata Rete di ostelli pre-ospedalieri cogestiti, da creare nelle città di confine e da destinare a pazienti che presentano sintomi lievi di COVID-19.

L’ultimo punto all’ordine del giorno era una presentazione delle proposte alla Confederazione calcistica sudamericana (CONMEBOL) come misure sanitarie per l’eventuale ripresa delle competizioni di calcio nella regione.

Il 5 aprile scorso, il Mercosur aveva annunciato che sarebbero stati stanziati 16 milioni di dollari per un progetto su “Ricerca, istruzione e biotecnologie applicate alla salute” incentrato sulla lotta contro il nuovo coronavirus. Il blocco regionale articolerà le autorità dei quattro paesi per migliorare le loro capacità nello svolgimento di diagnosi che rilevano l’infezione da coronavirus.

Dei quattro membri del Mercosur, il Brasile con 978.142 casi e 47.784 morti è il più duramente colpito dalla pandemia. In Argentina, dove i casi sono 37.510 e i morti poco meno di 1.000, il presidente Fernández si è detto preoccupato per l’aumento esponenziale di nuovi contagi e decessi negli ultimi giorni, in concomitanza con il rilassamento delle misure di isolamento sociale. Il Paraguay registra 1.330 casi e 13 morti, ma i dati sono inficiati dalla scarsità di tamponi, che ha spinto Asunción a chiedere l’assistenza dell’Organizzazione panamericana della salute. Infine l’Uruguay, con 850 casi e 24 morti, pur registrando i dati migliori della regione, teme un improvviso aumento dei contagi a causa dei problemi dei vicini. 

Leggi Sicurezza Internazionale il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di spagnolo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.