Gli ultimi emendamenti alle leggi elettorali in Egitto: cosa riguardano

Pubblicato il 19 giugno 2020 alle 11:02 in Africa Egitto

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Nel corso dell’ultima settimana, il Parlamento del Cairo ha discusso vari emendamenti da apportare alle leggi elettorali del Paese. Nello specifico, il 14 giugno, i deputati egiziani hanno approvato modifiche a tre norme: la Legge 46/2014, che codifica la composizione della Camera dei Deputati, la Legge 45/2014 sull’esercizio dei diritti politici, e la Legge 198/2017 che regola l’esecuzione del Comitato elettorale nazionale (NEC). Tali proposte sono state redatte e presentate in aula dalla coalizione di maggioranza Support Egypt.

In primo luogo, gli emendamenti alla legge della Camera stabiliscono che il numero di deputati eletti sia aumentato a 568, invece che a 540. Nel dettaglio, l’articolo 3 prevede che la metà venga eletta attraverso il sistema di candidatura individuale, e l’altra metà attraverso il sistema di lista chiusa. I restanti 28 deputati saranno invece nominati dal presidente, il quale deve tenere conto della percentuale del 25% di seggi, corrispondente a 125, riservata alle donne.

A tal riguardo, un deputato indipendente, Mustafa Bakri, ha dichiarato che il sistema elettorale 50-50, ovvero con il 50% nelle mani delle persone e il restante 50% affidato alle liste di partito, è in linea con la Costituzione egiziana. “Abbiamo visto come il sistema 25-75 è stato invalidato dalla Corte Costituzionale e ha portato allo scioglimento del Parlamento nel 2012”, ha riferito Bakri.

In secondo luogo, il capo della Commissione parlamentare per gli affari legislativi e costituzionali, Bahaaeddin Abu Shoka, ha affermato che le modifiche alla legge sull’esercizio dei diritti politici riguardano l’ammissibilità dei candidati. “Un candidato alle elezioni parlamentari deve presentare un curriculum vitae e una dichiarazione finanziaria, e avere una laurea”, ha reso noto Abu Shoka. “I singoli candidati dovranno depositare 10.000 lire egiziane mentre i candidati nella lista del partito 42.000 lire, se su una lista di cui 42 candidati, e 100.000 lire, se su una lista di 100 candidati”, ha aggiunto.

Le modifiche agli articoli 11, 31 e 32 consentiranno ai dipendenti del settore pubblico di presentarsi alle elezioni parlamentari a condizione che essi prendano un congedo retribuito qualora eletti. Parallelamente, l’articolo 45 vieta l’appartenenza simultanea alla Camera dei deputati e al Senato, mentre l’articolo 51 stabilisce che il presidente del Senato assumerà la responsabilità finanziaria e amministrativa della Camera in caso di scioglimento, mentre il primo ministro avrà le stesse responsabilità in caso di scioglimento di entrambe. Infine, L’articolo 20 consente ai candidati di ritirarsi prima del giorno di voto e sancisce che il NEC pubblichi una lista finale dei partecipanti 24 ore prima dell’apertura delle urne.

In terzo luogo, gli emendamenti alla legge sul NEC prevedono una decisione sui ricorsi presentati dai candidati entro 24 ore, rispetto alle 48 attuali. “Il cambiamento mira ad accelerare il processo elettorale e ad aiutare il NEC a rispettare l’integrità, la neutralità e l’equità nel processo elettorale”, ha chiarito Abu Shoka. Inoltre, anche l’articolo 11 di tale norma è stato modificato, e stabilisce che il NEC di annunci il risultato delle elezioni entro sei giorni dalla chiusura delle urne.

Tali riforme rientrano in un quadro di emendamenti costituzionali annunciati dal presidente egiziano, Abdel Fattah al-Sisi, nel 2019, e approvati prima dal Parlamento il 16 aprile, e successivamente da un referendum popolare svoltosi dal 20 al 22 aprile dello stesso anno. Tra le proposte votate, oltre all’istituzione del Senato, figura l’estensione del mandato presidenziale da 4 a 6 anni, e la possibilità per al-Sisi di ricandidarsi alle prossime elezioni del 2024, permettendo così al leader egiziano di restare in carica fino al 2030.

Leggi Sicurezza Internazionale, il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Mariela Langone

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.