Un nuovo vertice tra Cina e Germania

Pubblicato il 12 giugno 2020 alle 9:15 in Cina Germania

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La cancelliera tedesca, Angela Merkel, ha avuto un vertice in videoconferenza con il premier della Cina, Li Keqiang. È quanto rivelato, giovedì 11 giugno, dal Deutsche Welle, il quale ha altresì aggiunto che durante l’incontro, i due hanno discusso di diversi temi, principalmente riguardanti la situazione economica.  

Nello specifico, i temi discussi sono stati sei. Il primo riguarda gli investimenti e il commercio, per cui Merkel ha confermato l’interesse della Germania a ottenere un libero commercio multilaterale. Il secondo tema è stato la necessità, secondo la cancelliera tedesca, per la Cina di aprire il proprio mercato e adottare condizioni di equo trattamento delle aziende estere. Il terzo tema è stato Hong Kong, con un focus particolare sui diritti umani. Su questo, Merkel era stata invitata da attivisti e politici tedeschi a invitare la Cina a rispettare i diritti di Hong Kong. Il quarto tema al centro del vertice è stato il rafforzamento del commercio bilaterale alla luce della situazione economica di difficoltà causata dallo scoppio della pandemia. Il quinto tema in agenda è stata la discussione di questioni internazionali, probabilmente facendo riferimento alle tensioni tra Cina e gli Stati Uniti o l’UE, che il giorno prima aveva accusato Pechino e Mosca di aver compiuto una campagna di disinformazione mirata a compromettere la fiducia nell’Europa. 

L’ultimo vertice tra Cina e Germania, il terzo dallo scoppio della pandemia, era avvenuto lo scorso 3 giugno. In tale occasione, il presidente della Cina, Xi Jinping, aveva discusso con Merkel dei rapporti tra i due Paesi e tra Pechino e Bruxelles. Da parte sua, il capo di Stato cinese aveva ribadito la disponibilità della Cina a collaborare con la Germania e l’Unione Europea per rafforzare la cooperazione strategica, promuovere il multilateralismo e affrontare le sfide globali e aveva sottolineato la forte fiducia reciproca nei rapporti tra Cina e Germania. In aggiunta, Xi Jinping aveva ribadito l’impegno della Cina ad agevolare gli investimenti da parte delle aziende tedesche in Cina per incrementare la collaborazione. In risposta, Merkel aveva dichiarato che la Germania intende continuare a sviluppare il proprio dialogo con la Cina e a rafforzare la cooperazione in diversi ambiti e tematiche e che Berlino mira a mantenere frequenti contatti con Pechino per la realizzazione di importanti progetti, sia in riferimento all’agenda bilaterale tra Cina e Germania, sia ai rapporti tra Pechino e Bruxelles. Su quest’ultimo punto, il presidente di Pechino aveva accolto con favore l’imminente assunzione da parte della Germania della presidenza dell’UE, ringraziando Berlino per l’impegno dimostrato nel promuovere lo sviluppo delle relazioni tra Cina e Bruxelles.  

Le relazioni tra la Cina e la Germania erano state oggetto delle dichiarazioni, rilasciate lo scorso primo giugno, del ministro degli Affari Esteri della Germania, Heiko Maas, il quale aveva dichiarato che il proprio Paese non intende accettare che le tensioni commerciali in atto tra Stati Uniti e Cina diventino irrisolvibili. Per tale ragione, aveva annunciato il ministro di Berlino, nel corso del suo mandato di presidenza dell’UE, il quale avrà inizio il prossimo 1° luglio, la Germania intende mediare per risolvere le tensioni tra Washington e Pechino.   

L’apertura della Germania nei confronti della Cina era stata già ribadita in occasione della visita di Merkel in Cina, avvenuta lo scorso 6 settembre. In tale occasione, la cancelliera aveva rivelato all’omologo cinese che Berlino era pronta e disponibile a ricevere investimenti cinesi, sebbene gli investimenti in settori strategici e infrastrutture critiche debbano essere soggetti a controlli di sicurezza da parte delle autorità tedesche. In aggiunta, nel corso di un discorso al Parlamento tedesco, lo scorso 27 novembre, Merkel aveva dichiarato di ritenere necessaria l’adozione da parte dell’Europa di un approccio comune nei confronti della Cina.  

Leggi Sicurezza Internazionale il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale  

Jasmine Ceremigna 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.