Principe del Belgio rischia multa di oltre 10.000 euro per violazione della quarantena in Spagna

Pubblicato il 12 giugno 2020 alle 6:22 in Belgio Spagna

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Le autorità spagnole hanno intenzione di multare il principe del Belgio Joachim per aver violato la quarantena dopo l’arrivo in Spagna, riportano media locali.

Il nipote del re belga Filippo e il figlio della principessa Astrid, il principe Joachim, è arrivato a Madrid lo scorso 24 maggio e nello stesso giorno ha preso un treno per Cordova, in Andalusia, dove ha partecipato a due feste. Il giorno successivo, Joachim ha presentato i sintomi del coronavirus e il 28 maggio ha ricevuto il risultato positivo al test per il COVID-19.

Il principe, tuttavia, avrebbe violato la quarantena obbligatoria di due settimane per tutti coloro che arrivano dall’estero. Inoltre, secondo le informazioni preliminari, alla festa a cui ha preso parte Joachim c’erano 27 persone, ma a Cordova in quel periodo erano vietate tute le riunioni con più di 15 persone. A seguito delle indagini, inoltre, è stato rivelato che ci sarebbero state in realtà due feste distinte, con rispettivamente 15 e 12 persone. L’inchiesta è ancora in corso e ad oggi una persona con cui il principe ha avuto contatto è risultata positiva al coronavirus.

Come riferisce l’agenzia di stampa El Diario, è stata proposta una multa da 10.400 euro nei confronti di Joachim. Il principe ha a disposizione due settimane per pagare la sanzione (se lo fa volontariamente, avrà uno sconto del 50%) oppure presentare ricorso. Se il principe verrà dichiarato colpevole, dovrà affrontare un’ulteriore procedura penale e l’ammenda dovrà essere pagata interamente. Joachim è attualmente in stato di quarantena in Spagna, così come il resto dei partecipanti alla festa.


Leggi Sicurezza Internazionale il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di spagnolo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.