Germania apre ai viaggi in Europa, Spagna esclusa: Madrid cerca di smorzare polemiche

Pubblicato il 4 giugno 2020 alle 9:07 in Germania Spagna

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Germania intende abolire a partire dal 15 giugno prossimo il divieto di viaggio nell’area di Schengen se la pandemia di coronavirus continua a evolversi favorevolmente. Questo avvertimento globale di non viaggiare, in vigore da metà marzo, sarà eliminato a metà di questo mese per 25 dei 26 partner dell’Unione Europea.  La Spagna è esclusa in considerazione della quarantena obbligatoria di 14 giorni che il governo di Pedro Sánchez ha stabilito per i viaggiatori internazionali che arrivano nel Paese iberico e che sarà in vigore fino al 1° luglio.

Oltre ai 25 partner europei, anche tre dei quattro partner non-UE dell’area di Schegen – Islanda, Svizzera e Liechtenstein, ma non la Norvegia – e il Regno Unito beneficeranno di questa misura.

“La Spagna e la Norvegia dovrebbero consentire ai turisti di entrare un po’ più tardi, ma una volta presa la decisione, la applicheremo immediatamente” – ha spiegato il ministro degli affari esteri tedesco, il socialdemocratico Heiko Mass, dopo la decisione approvata mercoledì 3 giugno dal Consiglio dei ministri. Maas si aspetta che la Spagna revoca le sue restrizioni il 21 giugno, il che consentirebbe ai tedeschi di viaggiare nel Paese, una delle principali destinazioni dei turisti tedeschi.

Il capo della diplomazia tedesca ha spiegato che i livelli di infezione saranno fondamentali per procedere con l’eliminazione delle restrizioni ai viaggi, ma ha chiarito che la Spagna è esclusa fino al 1° luglio per la quarantena imposta ai turisti e non per particolari ragioni sanitarie. 

La decisione ha suscitato polemiche in Spagna, in particolare da parte di quelle comunità autonome (Baleari, Canarie, Comunità Valenciana) che ricevono ogni anno migliaia di turisti tedeschi. Nell’ultimo anno 11.176.545 turisti tedeschi hanno trascorso almeno una notte in Spagna, spendendo quasi 12 miliardi di euro. Il ministro degli esteri spagnolo, Arancha González Laya, ha cercato di smorzare sul nascere le polemiche e ha scritto un messaggio sul social network Twitter in cui afferma di aver parlato con Heiko Maas e “abbiamo concordato che non appena la Spagna consentirà l’ingresso dei turisti nel suo territorio, la Germania leverà il divieto di recarsi in Spagna”.

Leggi Sicurezza Internazionale il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di spagnolo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.