Traffico di rifiuti dall’Italia: premier bulgaro licenzia vice ministro dell’ambiente

Pubblicato il 2 giugno 2020 alle 13:10 in Bulgaria Italia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il primo ministro bulgaro Boyko Borisov ha esonerato dalla propria carica il vice ministro dell’Ambiente e delle Risorse Idriche Krasimir Zhivkov, coinvolto in uno scandalo sull’importazione illegale di rifiuti dall’Italia.

È quanto riferiscono i media bulgari, specificando che il funzionario verrà sostituito da Slavea Stoyanova, che era a capo del Dipartimento di gestione dei rifiuti e tutela del suolo.

Krasimir Zhivkov è stato arrestato lo scorso venerdì ed è stato sottoposto a custodia cautelare. Dalla procura hanno osservato che il funzionario ed alcune altre persone erano membri di un gruppo criminale coinvolto nell’importazione illegale di rifiuti dall’Italia. Secondo la procura, inoltre, ci sarebbero prove che dimostrerebbero che il vice ministro avrebbe esercitato pressioni sui suoi sottostanti.

Secondo la versione degli inquirenti, Zhivkov avrebbe costretto i direttori degli ispettorati ambientali regionali a rilasciare autorizzazioni per l’importazione di rifiuti in aziende che non soddisfavano i requisiti necessari: i dipendenti che si sono rifiutati di rilasciare tale permesso sono stati rimossi dall’incarico.

Gli avvocati di Zhivkov sostengono, tuttavia, che abbia iniziato ad occuparsi della questione dei rifiuti solo tre mesi fa, il che non sarebbe stato “abbastanza per creare un’organizzazione criminale”.

Anche altri membri dell’organizzazione si trovano in stato di arresto: si tratta degli imprenditori Atanas e Plamen Bobokov, attivi nel ramo della produzione e riciclaggio di accumulatori e batterie. 


Leggi Sicurezza Internazionale il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.