La Russia non si ritirerà dal Trattato sui Cieli Aperti

Pubblicato il 24 maggio 2020 alle 6:13 in Russia USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

In precedenza, gli Stati Uniti avevano dichiarato che avrebbero notificato formalmente alle parti del Trattato sui Cieli Aperti il proprio ritiro il 22 maggio.

“Mosca intende conformarsi a tutte le clausole del Trattato sui Cieli Aperti finché questo sarà in vigore”, ha dichiarato il viceministro degli Esteri Alexander Grushko ai media russi.

“L’approccio dovrebbe essere pragmatico. Finché l’accordo rimarrà in vigore la Russia intende rispettare pienamente tutti i diritti e gli obblighi derivanti dal Trattato”, ha dichiarato il diplomatico, rispondendo alla domanda se la Russia discuterà con le altre parti firmatarie il tema del ritiro degli USA.

Grushko ha espresso la speranza che anche gli altri Paesi adempiano coscienziosamente ai loro doveri.

In precedenza, gli Stati Uniti avevano dichiarato che avrebbero notificato formalmente alle parti del Trattato sui Cieli Aperti il proprio ritiro il 22 maggio e che sarebbero stati esenti da obblighi a partire da sei mesi dopo. A giustificazione dell’iniziativa unilaterale avevano indicato una presunta “non conformità della Russia ai termini del Trattato”. Allo stesso tempo, il presidente Donald Trump non ha escluso che la decisione sarebbe potuta cambiare se Mosca avesse iniziato a seguire il documento. Mosca, da parte sua, ha respinto le accuse e ha osservato che una mossa del genere minerebbe la sicurezza e la stabilità non solo in Europa, ma a livello globale.

Il trattato sui Cieli Aperti è stato siglato il 24 marzo 1992 a Helsinki ed è entrato in vigore nel 2002 come parte di un programma internazionale che mirava a superare il clima di tensione internazionale della Guerra Fredda.

Ad oggi fanno parte del trattato 34 i Paesi. Ogni paese può decidere di effettuare periodicamente dei voli di osservazione nei cieli degli degli altri paesi aderenti al fine di promuovere la trasparenza sulle attività militari condotte dai paesi membri secondo il concetto dell’osservazione aerea reciproca.


Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da 
Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.