Scontro di potere in Kazakistan: esautorata figlia di Nazarbaev

Pubblicato il 4 maggio 2020 alle 12:22 in Asia Kazakistan

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il 2 maggio scorso il presidente del Kazakistan, Qasym-Jomart Tokaev ha firmato il decreto sulla cessazione dei poteri delegati al presidente del Senato Dariga Nazarbaeva, figlia del primo presidente del paese, Nursultan Nazarbaev. 

Tokaev ha ringraziato Nazarbaeva per il suo fruttuoso lavoro come presidente del Senato. “Esprimo gratitudine a Dariga Nazarbaeva per il suo lavoro attivo e fruttuoso come presidente del Senato del Parlamento della Repubblica del Kazakistan” – ha scritto Tokaev sul suo account Twitter.

La cessazione dei poteri delegati al presidente della camera alta del parlamento kazako, Nazarbayeva, significa le sue dimissioni automatiche dalla carica di presidente del Senato, spiega in un’intervista all’agenzia di stampa russa TASS, l’analista politico kazako Daniyar Ashimbaev.

“Dopo che ha cessato di essere vicepresidente, lei [Nazarbaeva] automaticamente non può più essere il presidente del Senato” – ha detto Ashimbaev.

Lunedì 4 maggio, la Commissione elettorale centrale del Kazakistan ha adottato una risoluzione sulla decadenza da Presidente del Senato della Repubblica di Dariga Nazarbaeva.

“Il 4 maggio 2020 si è tenuta una riunione della Commissione elettorale centrale della Repubblica del Kazakistan, in cui è stata adottata una risoluzione sulla cessazione dei poteri del presidente Senato del parlamento della Repubblica del Kazakistan D. Nazarbaeva” – ha dichiarato la Commissione Elettorale centrale in una nota.

Si nota che i poteri di Nazarbaeva sono estinti in conformità al paragrafo 5 dell’articolo 52 della Costituzione del paese, ai paragrafi 5 e 9 dell’articolo 24 della legge costituzionale “Sul parlamento della Repubblica del Kazakistan e sullo status dei suoi deputati” sulla base di un decreto del presidente Qasym-Jomart Tokaev, che le ritirava le deleghe.

Nazarbaeva, 56 anni, è presidente del Senato dal 20 marzo 2019. In precedenza era presidente della commissione del Senato per gli affari internazionali, la difesa e la sicurezza. È stata nominata senatrice il 13 settembre 2016. È la figlia maggiore del primo presidente del Kazakistan, il leader della nazione, Nursultan Nazarbaev.

Una volta che la Commissione elettorale ha approvato la decadenza dalla presidenza del Senato di Dariga Nazarbaeva, il presidente Tokayev ha nominato Presidente della camera alta Maulen Ashimbaev, suo stretto collaboratore, che in precedenza ricopriva l’incarico di primo vice-capo dell’amministrazione del capo dello stato. Lo ha annunciato lunedì 4 maggio il servizio stampa del presidente del Kazakistan.

“Con il decreto del capo dello stato, Ashimbaev Maulen Sagathanuly è stato nominato deputato al Senato del Parlamento della Repubblica del Kazakistan” – afferma la nota.

Leggi Sicurezza internazionale il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.