Lavrov: Russia continuerà a finanziare OMS

Pubblicato il 4 maggio 2020 alle 6:08 in Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Russia non intende interrompere il sostegno finanziario all’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), nonostante le azioni di altri paesi. Lo ha annunciato il ministro degli Esteri della Federazione Sergej Lavrov in occasione di una riunione informale del Consiglio dei ministri degli affari esteri del BRICS, che si è tenuta in videoconferenza.

“Continueremo a sostenere l’OMS indipendentemente da come altri Paesi valutano le sue attività” – ha affermato il capo della diplomazia russa.

“Indipendentemente dalle decisioni degli Stati Uniti, abbiamo una tradizione di supporto al lavoro dell’OMS in vari settori. Ricordo che quando si verificò un focolaio di Ebola, un vaccino fu sviluppato con il ruolo decisivo della Russia, furono creati istituti speciali nei paesi africani, che subirono il peso di tale epidemia” – ha aggiunto Lavrov.

Secondo il ministro degli Esteri russo, l’Organizzazione Mondiale della Sanità è una “piattaforma unica sulla quale affluiscono informazioni e fatti disponibili da vari stati”. “L’OMS è una struttura che riunisce i migliori professionisti di tutti i paesi, compresi gli Stati Uniti” – ha affermato il ministro degli Esteri russo.

Il 14 aprile scorso, il presidente statunitense Donald Trump ha annunciato che Washington avrebbe sospeso i contributi all’OMS. Secondo l’inquilino della Casa Bianca, i soldi non saranno trasferiti “fino alla valutazione del ruolo dell’organizzazione nel nascondere i dati sulla diffusione del coronavirus”. Washington accusa l’OMS di aver collaborato con Pechino per nascondere i veri numeri dell’emergenza lo scorso gennaio.

Lavrov, pur non citando mai i dati presentati da Pechino, ha difeso il comportamento cinese. “La cooperazione tra Russia e Cina per combattere la pandemia di coronavirus è di alto livello, la Repubblica Popolare Cinese sta attualmente aiutando la Federazione russa a frenare la diffusione dell’infezione”, ha affermato.

“Per quanto riguarda la nostra valutazione dell’interazione tra Russia e Cina nella lotta contro il coronavirus, ne siamo pienamente soddisfatti. Fin dai primi giorni di questi eventi, abbiamo fornito assistenza a Wuhan nella RPC. Ora la Cina sta contribuendo a rafforzare i nostri sforzi per frenare la diffusione di questa infezione” – ha spiegato Lavrov.

Leggi Sicurezza internazionale il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.