Donbass: oggi vertice in teleconferenza del Quartetto Normandia

Pubblicato il 30 aprile 2020 alle 6:30 in Russia Ucraina

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La riunione dei ministri degli affari esteri dei paesi del Quartetto Normandia (Germania, Russia, Ucraina, Francia) si terrà oggi in a distanza, in videoconferenza. Lo ha affermato martedì il ministro degli Esteri ucraino Dmitrij Kuleba.

“La videoconferenza si svolgerà questo giovedì 30 aprile” – ha detto in un briefing, aggiungendo che “ci saranno tutti i ministri degli Esteri del Quartetto”. Kuleba ritiene che sia necessaria la comunicazione tra i ministri, poiché le decisioni del vertice di Parigi sono “bloccate”. “Dobbiamo dare slancio alla loro attuazione al fine di aprire la strada al prossimo vertice di Berlino, dove sarà necessario raggiungere nuovi accordi e andare verso la fine della guerra, ponendo fine all’occupazione militare dei territori” – ha spiegato, aggiungendo che lo scopo principale della comunicazione tra i ministri degli Esteri è la necessità di valutare prima gli accordi raggiunti.

Kuleba ha affermato che la parte ucraina rileva solo un risultato positivo della precedente riunione: gli scambi dei prigionieri. “Dobbiamo cercare di stabilire i motivi per cui la stagnazione si sta verificando in altre aree, almeno per elaborare soluzioni per problemi esistenti e dare slancio al gruppo di contatto tripartito in modo che sia direttamente coinvolto nello sviluppo di soluzioni dettagliate e nella loro attuazione” – ha chiarito il capo della diplomazia ucraina.

Secondo Kuleba, Kiev è interessata a riunioni regolari dei ministri degli Esteri del Quartetto e “a rinnovare il meccanismo  formato Normandia in tutte le sue componenti”.

Il 23 aprile scorso, la portavoce del ministero degli Esteri ucraino, Ekaterina Zelenko, aveva dichiarato che il 30 aprile i ministri degli esteri dei Quartetto Normandia terranno colloqui in un formato di videoconferenza. Prima ancora, il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas, dopo aver annunciato i futuri colloqui dei ministri degli Esteri del Quartetto, ha affermato che in questo modo le parti hanno concordato di dare un nuovo impulso al processo di risoluzione dei conflitti. Durante una conversazione telefonica tra i presidenti di Ucraina e Francia, Voloadymyr Zelenskij ed Emmanuel Macron, svoltasi il 27 aprile, le parti hanno annunciato la necessità di proseguire i negoziati sul Donbass. Allo stesso tempo, non sono ancora stati condotti negoziati a livello di leader dei quattro stati.

Lunedì 27 aprile, il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov ha dichiarato di prevedere “probabilmente, presumibilmente, una conversazione importante a livello ministeriale”, ma dalla quale non si aspetta “alcun risultato”, tranne per il fatto che la parte ucraina parlerà della necessità di un prossimo vertice a Berlino. Allo stesso tempo, il capo della diplomazia russa ha osservato che tenere il vertice dei capi di Stato del Quartetto non ha senso a causa della posizione delle autorità ucraine che bloccano l’attuazione delle decisioni dell’ultima riunione dei leader del Quartetto.

L’ultimo vertice in formato Normandia si è tenuto a Parigi il 9 dicembre 2019. La prossima riunione avrebbe dovuto svolgersi quattro mesi dopo, ma è stato rimandato per via dell’esplosione della pandemia di coronavirus e per la mancata applicazione da parte sia Ucraina sia delle autoproclamate repubbliche di Donetsk e Lugansk di alcune misure di de-escalation concordate a Parigi.

Leggi Sicurezza internazionale il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di russo

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.