Ucraina: crescono i crimini informatici durante la quarantena

Pubblicato il 22 aprile 2020 alle 12:32 in Europa Ucraina

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il numero di frodi informatiche e telematiche in Ucraina è cresciuto del 15% durante il periodo di misure restrittive attualmente in corso nel paese a causa della pandemia di COVID-19. Secondo quanto ha reso noto martedì 21 aprile l’ufficio del Presidente dell’Ucraina, questo tema è stato discusso durante una riunione sulla fase di riapertura dopo il superamento dell’epidemia.

“La polizia nazionale ha informato il Presidente dell’Ucraina che a causa della quarantena il livello di criminalità è generalmente diminuito, ma il livello di frode su Internet è aumentato del 15%. In particolare, i truffatori online stanno cercando di organizzare vendite di falsi dispositivi di protezione” -.si legge nel comunicato della Presidenza ucraina.

Il presidente Voloadymyr Zelenskij ha consigliato agli ucraini “di essere particolarmente attenti e acquistare prodotti, articoli per l’igiene e rimedi farmaceutici su siti attendibili”, mentre le piattaforme di truffe online devono essere chiuse.

Durante l’incontro è stata discussa inoltre la possibilità di una ulteriore estensione della quarantena in Ucraina, poiché il picco di incidenza, che secondo gli esperti dovrebbe essere raggiunto all’inizio di maggio, non è stato ancora superato. “Dobbiamo dire alla gente esattamente quando e cosa sarà aperto, qual è il chiaro piano d’azione del governo. L’incidenza massima è prevista per l’inizio di maggio. Le persone devono capire se sarà possibile camminare nei parchi quando parrucchieri, notai, avvocati e altre aziende lavorano” – ha affermato il capo dello Stato, riunito con il comitato scientifico dell’esecutivo e con i rappresentanti del governo e delle forze di sicurezza.

Il primo ministro Denis Šmyhal’ – succeduto a Oleksij Hončaruk all’inizio dell’epidemia – ha osservato che le misure di quarantena “in infrastrutture non critiche che potrebbero svolgere un ruolo nella stabilizzazione dell’economia” dovranno essere mitigate.

Secondo il Ministero della Salute di Kiev, in Ucraina sono stati confermati in tutto 6.125 casi confermati di laboratorio di infezione da coronavirus. Sono stati registrati 161 decessi, e 367 pazienti sono guariti. Al momento nel Paese vige lo stato di emergenza e la popolazione è in quarantena dallo scorso 25 marzo. Il Ministero della salute del Paese ha preso l’iniziativa di estendere tali misure, inizialmente previste fino al 25 aprile, fino al 12 maggio.

Leggi Sicurezza Internazionale il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.