Turchia-Gran Bretagna: cresce la cooperazione contro la pandemia

Pubblicato il 22 aprile 2020 alle 20:35 in Turchia UK

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

I ministri della Difesa di Turchia e Gran Bretagna hanno discusso della cooperazione nella lotta contro il nuovo coronavirus, in una telefonata, il 22 aprile. Intanto, Ankara invia attrezzature mediche a Londra. 

Il Ministero della Difesa nazionale turco ha dichiarato in una nota che Hulusi Akar e il suo omologo britannico, Ben Wallace, hanno discusso dell’importanza “della cooperazione e della solidarietà nella lotta contro COVID-19”. Inoltre, i rappresentanti dei governi di Ankara e Londra hanno affrontato anche temi riguardanti “gli sviluppi bilaterali e regionali e la cooperazione nel settore della Difesa”.

La conversazione è arrivata dopo che un aereo merci che trasportava attrezzature mediche dalla Turchia ha raggiunto il Regno Unito, il 22 aprile. Queste saranno utili per combattere il coronavirus, che si è diffuso in 185 Paesi e regioni da quando è emerso a Wuhan, in Cina, a dicembre del 2019. Gli Stati Uniti e l’Europa che sono state le regioni del mondo più colpite. Più di 2,58 milioni di casi sono stati segnalati globalmente, con un bilancio delle vittime superiore a 178.000 decessi e circa 696.000 guariti, secondo i dati della Johns Hopkins University. 

Le relazioni bilaterali tra Turchia e Gran Bretagna sono state segnate da relazioni amichevoli, ma anche da importanti conflitti, prima della fondazione della Repubblica di Turchia nel 1923. In tale contesto, le “relazioni profondamente radicate tra la Repubblica di Turchia e il Regno Unito si basano su valori condivisi e continuano a progredire perfettamente come testimoniato dall’alta frequenza delle visite reciproche”, secondo il sito ufficiale del governo turco. Questo, sebbene sia aggiornato al 2011, definisce il periodo attuale “un’era d’oro” nelle relazioni bilaterali Turchia-Regno Unito.

Le relazioni, che hanno preso slancio dalla visita di Sua Maestà la Regina Elisabetta in Turchia nel 2008, sono ulteriormente migliorate con le visite del Primo Ministro Cameron in Turchia, nel luglio 2010. La visita di Stato nel Regno Unito da parte del presidente Gül il 20-24 novembre 2011 ha confermato la volontà reciproca di rafforzare ulteriormente le relazioni bilaterali. Inoltre, il Regno Unito è uno dei Paesi sviluppati con cui la Turchia mantiene un surplus commerciale. Infine, ci sono circa 250 mila cittadini turchi che vivono nel Regno Unito e milioni di turisti britannici visitano la penisola anatolica ogni anno. Inoltre, 34.460 cittadini britannici possiedono 26.730 proprietà in Turchia.

Leggi Sicurezza Internazionale, il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Maria Grazia Rutigliano

di Redazione