Messico: stato di Jalisco decreta quarantena

Pubblicato il 20 aprile 2020 alle 12:44 in America Latina Messico

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il governatore dello stato messicano di Jalisco, Enrique Alfaro, ha annunciato questa domenica che le misure di allontanamento sociale nello stato saranno obbligatorie a partire da oggi, lunedì 20 aprile, riferisce il quotidiano messicano La Razón.

“Chi non le rispetta sarà sanzionato, la forza pubblica avrà il compito di farle rispettare. Non è giusto che coloro che rispettano queste misure paghino per quelli che non lo fanno” – ha dichiarato. 

Alfaro ha aggiunto che le disposizioni sono le stesse già indicate come “consigliate” e cui si aggiunge l’uso di mascherine obbligatorio quando si esce di casa per qualsiasi ragione. Il capo dell’esecutivo locale ha affermato che il suo governo ne distribuirà alcune in varie parti dello stato, tuttavia, si possono utilizzare anche quelle fatte a casa. Ha spiegato inoltre che le restrizioni rimangono le stesse: andare a ciò che è strettamente necessario, solo le imprese definite essenziali possono operare e che le persone a rischio non escano.

“Solo le attività economiche essenziali possono funzionare, potrebbero non esserci eventi, riunioni o congregazioni di oltre 50 persone e l’uso di spazi pubblici come unità sportive, piazze e giardini municipali è vietato” – ha affermato.

“Avremo un’attenzione particolare nei punti di ingresso di coloro che provengono dalla Valle del Messico” la regione in cui si trova la capitale e principale focolaio dell’infezione nel paese – ha aggiunto Alfaro.

L’opposizione del governatore di Jalisco al governo federale è chiara e aperta, tanto che ha accusato il ministero della salute di mentire sui dati“Nemmeno il tentativo di inventare cifre e dati ogni notte dal suo portavoce può nascondere la realtà. Abbiamo molte differenze con il modo in cui hanno gestito questa crisi” – ha detto, riferendosi alla conferenza stampa quotidiana del segretario alla Salute, Hugo López-Gatell. 

Il presidente López Obrador, dopo essere stato criticato all’inizio della crisi per aver mantenuto i suoi tour nei fine settimana in diverse città del Messico, ha affermato che intende “dare ascolto” al segretario alla Salute, Hugo López-Gatell e agli scienziati nelle loro raccomandazioni: “Stiamo andando bene e dobbiamo continuare con la disciplina. Dobbiamo rimanere a casa. So che molti soffrono, ma in questo modo riusciremo tutti insieme”. Successivamente, tuttavia, ha raccomandato agli adulti più anziani di uscire “al sole”.  López Obrador non ha citato direttamente nel suo intervento la decisione del governo di Jalisco, ma ha affermato: “Non rimaniamo chiusi, uscire al sole fa bene, ma senza eccessi”.

Leggi Sicurezza Internazionale il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di spagnolo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.