Portogallo: lancio di Molotov contro il Parlamento

Pubblicato il 8 aprile 2020 alle 10:11 in Europa Portogallo

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Un uomo ha lanciato due cocktail Molotov contro l’Assemblea della Repubblica, a Lisbona, ed è fuggito. I fatti sono accaduti nel pomeriggio di domenica 5 aprile.

Gli ordigni esplosivi sono stati lanciati sulla scalinata principale del Parlamento da un uomo che stava passando per la strada, secondo informazioni confermate dalla Polizia di Stato portoghese al quotidiano Correio da Manhã.

L’organismo di sicurezza dell’Assemblea della Repubblica è stato sorpreso dalle due esplosioni di domenica alle 18:30 circa. Gli agenti della Guardia Nazionale Repubblicana presenti sulla scena hanno spento il fuoco e avvisato le forze di sicurezza.

Gli ordigni, secondo le informazioni preliminari, erano di fabbricazione artigianale e le esplosioni non hanno causato alcun danno, ma hanno provocato grande allarme nelle forze di sicurezza e nelle autorità perché l’obiettivo era raggiungere i locali dell’organismo legislativo della Repubblica portoghese.

Secondo le informazioni diffuse dal parlamento portoghese alla stampa, le immagini di videosorveglianza mostrano un uomo, con la faccia coperta, che lancia i due cocktail Molotov verso la scalinata che dà accesso al parlamento.

Al momento la polizia portoghese non ha identificato l’uomo, ma le immagini della videosorveglianza sono allo studio degli investigatori. Dubbi anche sulla motivazione del gesto.

Il Portogallo è considerato uno dei paesi a minor rischio terrorismo interno d’Europa. La principale organizzazione terrorista dell’estrema destra locale, i CODECO (Comandos Operacionais de Defesa da Civilização Ocidental; commando operativi di difesa della civiltà occidentale), nati dopo la fine della dittatura salazarista nel 1975 e contrari alla decolonizzazione dell’Impero, sono stati sciolti nel 1983. La principale organizzazione terrorista di estrema sinistra, invece, la FP-25 (Forças Populares 25 de Abril), ha operato tra il 1980 e il 1991, provocando la morte di 13 persone.

Leggi Sicurezza Internazionale il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di portoghese

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.