Francia: uomo armato di coltello uccide due persone

Pubblicato il 4 aprile 2020 alle 18:30 in Europa Francia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Un uomo armato di coltello ha ucciso 2 persone e ne ha ferite almeno 4 nella cittadina francese di Romans-sur-Isère, nel Sud-Est del Paese, nella mattina del 4 aprile alle 11:00 circa, ora locale. A dare l’annuncio di tale attacco è stato il sindaco del comune, Marie-Hélène Thoraval.

L’aggressione si è consumata nel centro della cittadina francese e, stando alle prime ricostruzioni, l’uomo sarebbe dapprima entrato in una tabaccheria dove ha pugnalato il negoziante e alcuni clienti.  Si sarebbe poi recato all’esterno, per attaccare altre persone che si trovavano nelle vicinanze e in altri esercizi commerciali della zona. Stando a quanto riferito da alcuni presenti, l’uomo ha sferrato gli attacchi in modo casuale in più luoghi, spostandosi nel centro della città. Secondo alcune testimonianze non confermate, nel compiere l’attacco l’aggressore, che non è noto alle autorità o ai servizi di intelligence francesi, avrebbe gridato “Allahu Akbar” . Non è ancora chiaro il numero esatto dei feriti ma pare che 3 di loro siano in condizioni gravi. La cittadina, come il resto della Francia, è sottoposta alle misure di isolamento per contenere la diffusione del coronavirus e le persone colpite si trovavano fuori per comprare generi di prima necessità.

L’aggressore è stato arrestato dalla polizia francese poco dopo aver compiuto l’attacco ma non aveva con sé alcun documento. Stando a quanto ha dichiarato, si tratterebbe di un sudanese di 33 anni giunto nel Paese come rifugiato e in possesso del diritto di asilo dal 2017, tuttavia, non è ancora chiaro il motivo per il quale abbia compiuto tale gesto. L’ufficio del pubblico ministero per l’anti-terrorismo sta conducendo le proprie indagini per valutare se l’attacco sia stato di matrice terroristica o meno, tuttavia, non sono stati avviati i protocolli per trattarlo come tale. Il ministro dell’Interno, Christophe Castaner, ha espresso la propria vicinanza alle famiglie delle vittime e ha dichiarato che i servizi di sicurezza stanno cercando di stabilire il movente dell’aggressore. Castaner si recherà sul luogo dell’accaduto nella giornata del 4 aprile.

In un tweet pubblicato qualche ora dopo l’accaduto, il presidente francese, Emmanuel Macron,  ha espresso vicinanza alle vittime, ai feriti e ai loro familiari e ha promesso che sarà fatta chiarezza su tale atto d’odio, che ha colpito il Paese già duramente scosso dagli eventi delle ultime settimane, legati alla diffusione della pandemia di coronavirus.

Dall’inizio del 2020, si tratta del terzo attacco di questo genere. Lo scorso 3 gennaio, a Villejuif, 8 chilometri a Sud da Parigi, un uomo armato di coltello ha pugnalato più persone provocando la morte di una di esse. In tal caso l’aggressore è stato ucciso dalla polizia, soffriva di gravi problemi mentali e potrebbe aver avuto un movente religioso.  Successivamente, il 4 febbraio scorso, una recluta ha attaccato con un coltello gli ufficiali di una caserma di polizia, a Dieuze, nella Francia orientale. Una chiamata prima dell’assalto avrebbe svelato presunte connessioni dell’aggressore con lo Stato Islamico.

In Francia i sospetti terroristi sono monitorati dal Direttorato di intelligence della prefettura francese, Direction du Renseignement de la préfecture de police de Paris (DR-PP), istituita il 27 giugno 2008. Tale organo ha il compito di prevenire il terrorismo, contribuire all’ordine pubblico, contrastare l’immigrazione clandestina e raccogliere informazioni operative. Le indagini del corpo sono volte a sventare la pianificazione di attentati e a smantellare le reti di instradamento dei giovani verso le aree di conflitto.

Leggi Sicurezza internazionale il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Camilla Canestri, interprete di cinese e inglese

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.