L’Australia inizia i test per produrre un vaccino contro il coronavirus

Pubblicato il 2 aprile 2020 alle 19:03 in Australia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Commonwealth Scientific and Industrial Research Organization (CSIRO) ha annunciato di aver iniziato i test sugli animali per produrre un vaccino contro il coronavirus.

Una dichiarazione rilasciata dalla CSIRO, l’agenzia scientifica nazionale australiana, afferma che gli scienziati hanno iniziato la prima fase di test per potenziali vaccini. “Abbiamo avviato studi preclinici per due possibili vaccini”, si legge nel testo. I test dovrebbero richiedere tre mesi e saranno effettuati presso la struttura di biosicurezza ad alto contenimento del CSIRO a Geelong, Victoria.

La mossa arriva dopo che il Paese ha confermato oltre 5.100 casi di coronavirus, con un totale di 24 decessi, il 2 aprile. La dichiarazione afferma che il CSIRO ha stabilito il suo modello biologico lo scorso febbraio, ma i ricercatori hanno studiato il virus da gennaio e riferiscono che i test verranno effettuati sui furetti, poichè questi teagiscono alla SARS-CoV-2. SARS sta per sindrome respiratoria acuta grave.

“I ricercatori hanno rapidamente progredito nello studio del decorso dell’infezione negli animali, un passo fondamentale per capire se un vaccino funzionerà”, ha aggiunto la dichiarazione. Trevor Drew, che sta guidando il team che si occupa della sperimentazione, ha affermato che il coronavirus potrebbe causare varie malattie, tra cui il comune raffreddore, infezioni gastrointestinali e malattie come la SARS e la MERS, la sindrome respiratoria del Medio Oriente. 

Il COVID-19 è stato rilevato per la prima volta a Wuhan, in Cina, lo scorso dicembre, e si è poi diffuso in almeno 180 Paesi e regioni di tutto il mondo. Il suo epicentro si è spostato in Europa, mentre la Cina sta uscendo dalla crisi. Il virus ha infettato oltre 941.900 persone in tutto il mondo, mentre circa 195.900 pazienti si sono ripresi dalla malattia, secondo i dati della Johns Hopkins University, con sede negli Stati Uniti. I decessi sono oltre 47, 500 a livello globale.

Leggi Sicurezza Internazionale, il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Maria Grazia Rutigliano

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.