Coronavirus: ulteriori restrizioni da Riad, coprifuoco 24h per La Mecca e Medina

Pubblicato il 2 aprile 2020 alle 17:35 in Arabia Saudita Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Fonti di sicurezza dell’Arabia Saudita hanno riferito che il Regno ha decretato un coprifuoco totale, di 24 ore, per le città sante di Medina e La Mecca. Si tratta di un’ulteriore restrizione volta a far fronte alla diffusione di Covid-19.

In particolare, secondo quanto riferito anche dal Ministero dell’Interno saudita, la misura è valida a partire da giovedì 2 aprile e prevede altresì l’interruzione di tutte le attività commerciali, ad eccezione di farmacie, rivenditori di prodotti alimentari, servizi bancari e distributori di carburante. I residenti delle due città, adulti, potranno uscire dalle proprie abitazioni dalle 06:00 del mattino alle 15:00 solo per comprovate necessità, tra cui reperire beni alimentari e usufruire di assistenza medica. Sono inoltre esclusi dalla disposizione coloro che lavorano in istituzioni essenziali, nel settore sia pubblico sia privato. Tutta la popolazione è stata infine esortata ad usufruire, laddove possibile, dei servizi di consegna a domicilio, mentre per gli spostamenti in auto è consentita la presenza di un solo passeggero, in aggiunta al conducente.

Come specificato dal Ministero stesso, si tratta di un’ulteriore misura volta a contenere la diffusione della pandemia nel Regno saudita e a preservare la salute dell’intera popolazione. Secondo le informazioni fornite il 2 aprile, il numero dei contagi nel Paese ha raggiunto quota 1.885, tra cui 21 decessi e 328 casi di guarigione.

In precedenza, il 26 marzo, La Mecca e Medina erano state poste ad un coprifuoco parziale dalle ore 15:00 alle 07:00 del mattino, mentre è del primo aprile l’invito rivolto ai fedeli musulmani di tutto il mondo a posticipare il consueto pellegrinaggio annuale verso La Mecca, chiamato in arabo Hajj. Si tratta di uno dei cinque pilastri dell’Islam, che deve essere compiuto almeno una volta nella vita da ogni musulmano, a meno che le condizioni di salute o finanziarie glielo impediscano. Ogni anno tale pratica porta in Arabia Saudita circa 2 milioni di pellegrini da tutto il mondo, che viaggiano solitamente tra l’ottavo e il tredicesimo giorno dell’ultimo mese del calendario islamico. Nel 2020 questo periodo va dal 28 luglio al 2 agosto. La destinazione finale del pellegrinaggio è la Grande Moschea della Mecca, dove si trova la Ka’bah.

Già dal 25 marzo, Riad aveva decretato il divieto di spostamento tra le 13 province del Regno, oltre a chiudere le porte della capitale e delle due città sante. Il 21 marzo, invece, era stata stabilita la sospensione di tutti i voli nazionali e delle corse di autobus, taxi e treni, ad eccezione di voli per casi umanitari o con comprovata necessità, aeromobili di evacuazione medica e di aviazione privata, così come gli autobus ed i taxi destinati al trasporto di personale sanitario o governativo, ed alcuni treni adibiti al trasporto merci. A livello religioso, una delle prime misure è stata la sospensione di pratiche e cerimonie comunitarie, così come la preghiera del venerdì presso le due moschee del Regno, ovvero la Sacra Moschea della Mecca, altresì nota come Grande Moschea, e quella del Profeta, considerata la seconda moschea più sacra per l’Islam.

La provincia di Qatif, dove erano stati registrati i primi contagi da Covid-19 tra pellegrini musulmani sciiti provenienti dall’Iran, è in isolamento dal 9 marzo. Parallelamente, sul fronte economico, il Regno ha messo in atto misure pari a circa 32 miliardi di dollari a favore delle imprese.  L’Arabia Saudita è tra i Paesi del Consiglio di Cooperazione del Golfo (GCC) maggiormente colpiti dalla pandemia, ma le autorità sanitarie si sono dette pronte ad affrontarla, vista altresì l’esperienza precedente con la MERS, la sindrome respiratoria mediorientale.

 

Leggi Sicurezza Internazionale, il solo quotidiano in Italia interamente dedicato alla politica internazionale

Piera Laurenza, interprete di arabo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.