Coronavirus: in Russia i contagi salgono a 1036

Pubblicato il 28 marzo 2020 alle 6:10 in Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Sono 1036 i casi totali di infezione da coronavirus registrati nella Federazione Russa, in aumento di 196 unità rispetto alla giornata precedente. Sono invece tre le vittime confermate.

In Russia sono stati rilevati 196 nuovi casi di contagio da Covid-19 in 16 diverse regioni, con un decesso registrato a Mosca. A riferirlo è il centro operativo per la lotta contro la diffusione del coronavirus nella giornata di ieri.

La maggior parte delle infezioni, ben 165, sono state individuate proprio nella capitale, riferiscono le autorità sanitarie russe in un comunicato ufficiale.

Nei giorni scorsi, la Russia ha adottato una serie di misure globali per affrontare l’epidemia Covid-19, chiudendo le frontiere aeree, imponendo la quarantena per le persone infette e investendo nella ricerca per rendere disponibile un vaccino efficace nel minor tempo possibile.

Nel corso del recente vertice del G20, tenutosi per la prima volta in formato digitale, il presidente russo Vladimir Putin ha esposto le sue misure per combattere la diffusione del coronavirus nel mondo.

Tra esse spiccano la creazione di un fondo speciale sotto l’egida del FMI e concedere a qualsiasi membro il diritto di prendere in prestito fondi per far fronte agli effetti socio-economici del Covid-19, lo sviluppo di un piano generale per il ripristino dell’economia colpita dal coronavirus, la creazione di “corridoi verdi” liberi da guerre commerciali e sanzioni e l’introduzione di una moratoria sulle limitazioni al commercio dei beni essenziali e alle transazioni finanziarie.

Lo scorso 11 marzo, l’Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato l’epidemia di COVID-19 una pandemia. Secondo l’ultimo rapporto dell’Organizzazione del 26 marzo, in totale sono stati rilevati 462.684 casi di coronavirus in tutto il mondo (49.219 nuovi casi nelle ultime 24 ore), mentre sale a 20.834 il numero di deceduti (2.401 nelle ultime 24 ore).

Il primo paese per numero di morti è l’Italia, seguita da Cina, Spagna, Iran, Francia e Stati Uniti. Mentre gli Stati Uniti passano ad essere il paese con più casi confermati.


Leggi Sicurezza Internazionale il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.