Russia progetta la più grande base radar d’Europa a Kalinigrad

Pubblicato il 19 marzo 2020 alle 10:03 in Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La seconda stazione radar “Container” del complesso militare-industriale della Federazione russa, in grado di rilevare un decollo aereo di massa, il lancio di missili da crociera o di dispositivi ipersonici per oltre 3000 km, sarà inaugurata alle porte di Kaliningrad. La stazione sarà in grado di monitorare la situazione aerea in tutta Europa, compresa la Gran Bretagna, ha riferito all’agenzia di stampa TASS una fonte dell’esercito russo. La base radar di Kaliningrad sarà la più grande d’Europa.

Il primo “Container” è stato schierato nel villaggio di Kovylkino, in Mordovia, il 1° dicembre dell’anno scorso.

“La seconda stazione radar Container è pronta per essere messa in funzione nella regione di Kaliningrad, ora vengono presi in considerazione diversi siti per la stazione” – ha spiegato la fonte della TASS, che tuttavia non ha specificato le date esatte per il lavoro, osservando solo che “il radar è programmato per essere consegnato nel prossimo futuro”.

La fonte, che ha preferito mantenere l’anonimato, ha specificato che “la seconda stazione radar completerà quella in servizio in Mordovia e sarà in grado di monitorare l’intera Europa, compreso il territorio della Gran Bretagna”. “Inoltre, combinando i dati di entrambe le stazioni, aumenterà l’accuratezza del tracciamento del target” – ha aggiunto.

I sistemi Container funzionano ricevendo un segnale riflesso dall’atmosfera ionizzata, che si trova ad altitudini superiori ai 60 km. Ciò consente di effettuare il controllo radar su un raggio fino a 3.000 km e di rilevare bersagli che si trovano in relazione al radar, oltre la curva della superficie terrestre, cioè sono chiusi alla visibilità radio diretta.

Come riferito in precedenza dal Ministero della Difesa della Federazione russa, si prevede che nel Paese venga creato un campo radar continuo per bersagli aerei manovrabili grazie al lavoro delle stazioni Container over-horizon, per analogia con una rete di stazioni di un sistema di avvertimento di attacco missilistico, che monitorano i lanci di missili balistici.

La Difesa russa non esclude che, a lungo termine, i sistemi Container possano essere schierati anche nel territorio artico della Federazione.

Leggi Sicurezza Internazionale il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.