OMS: rappresentante russa spiega differenze tra COVID-19, SARS e MERS

Pubblicato il 19 marzo 2020 alle 6:10 in Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La responsabile dell’ufficio russo dell’OMS, Melita Vujnovic, ha parlato delle differenze tra il nuovo tipo di coronavirus, il COVID-19, l’epidemia di SARS del 2002-2003, e la sindrome respiratoria del Medio Oriente MERS, del 2015.

“SARS e MERS non avevano tale virulenza, tale capacità di trasferirsi da persona a persona. La SARS in particolare era molto pericoloso per lo staff medico e più aggressiva ma non si diffondeva così. La SARS produceva direttamente la lesione, creava polmonite grave, immediatamente si capiva che il paziente era gravemente malato e lo si doveva ricoverare. Con il CODIV-19, invece, nell’80% dei casi non ci si rende conto di essere malati poiché accusa sintomi lievi”, spiega Vujnovic.

Secondo l’esperta, dunque, sarebbero molti i casi in cui chi contrae il virus non se ne accorgerebbe nemmeno e lo scambierebbe con i sintomi della comune influenza.

“Il nuovo coronavirus è abbastanza tollerato, provoca una lieve malattia. Il virus tende a sopravvivere, non gli serve uccidere il corpo che lo ospita. Tutto ciò che vuole è trasferirsi ulteriormente”, riferisce la rappresentante dell’Organizzazione.

Tutto ciò, da una parte, potrebbe suonare rassicurante, poiché significherebbe che il virus ha una letalità molto più bassa rispetto a quella che dimostrano i dati finora raccolti. Dall’altra, tuttavia, il fatto che nella maggior parte dei casi molti soggetti non lo segnalino o non facciano il test perché non ne sospettino la necessità, o che addirittura neppure si accorgano di essere malati, significa che la percentuale dei malati, e quindi anche dei potenziali veicolanti della malattia, potrebbe essere enormemente più alta di quanto pensiamo. Questo ne spiegherebbe la facilità di diffusione e la difficoltà nel contenerlo.


Leggi Sicurezza Internazionale il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.