La Turchia registra il primo decesso legato al coronavirus

Pubblicato il 18 marzo 2020 alle 15:01 in Medio Oriente Turchia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

In Turchia si è verificato il primo caso di decesso legato alla pandemia di coronavirus e il Paese registra ora 98 casi confermati di contagio. Tuttavia, misure stringenti tardano ad arrivare. 

Il ministro della Sanità, Fahrettin Koca, ha dichiarato, il 17 marzo, che una persona di 89 anni è morta dopo aver contratto il virus da qualcuno che aveva avuto “contatti con la Cina”, dove il virus, noto come COVID19 è stato rilevato per la prima volta, a dicembre del 2019. Koca ha aggiunto che la Turchia ha diagnosticato altri 51 casi, nella giornata del 17 marzo. “La maggioranza di coloro che sono risultati positivi si stanno riprendendo”, ha riferito il ministro. 

Mercoledì 18 marzo, il vicepresidente della Turchia, Fuat Oktay, ha dichiarato che oltre 2.800 cittadini turchi sono stati rimpatriati, su loro richiesta, da 9 Paesi europei a seguito della diffusione del coronavirus. Oktay ha reso noto, con un post su Twitter, che l’evacuazione è stata completata alle 6, ora locale, aggiungendo che tali individui in quarantena per 14 giorni in strutture apposite, situate nelle province di Istanbul e Kocaeli.

Come misura precauzionale, la Turchia ha già chiuso le frontiere ai viaggiatori provenienti da Germania, Spagna, Francia, Austria, Norvegia, Danimarca, Svezia, Belgio e Paesi Bassi. Nel frattempo, il capo della Direzione delle Comunicazioni ha respinto le voci secondo cui Ankara avrebbe imposto lo stato di emergenza, un coprifuoco e restrizioni di viaggio, a causa del coronavirus. “Tali passi restrittivi globali non sono nella nostra agenda”, ha affermato Fahrettin Altun, aggiungendo che le misure adottate saranno comunicate in “maniera molto trasparente, determinata e razionale”.

Il 18 marzo, il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, presiederà un incontro incentrato proprio sulla lotta contro il coronavirus. Si prevede che informi il pubblico delle misure da adottare subito dopo il meeting. A seguito dei crescenti timori per il coronavirus in Turchia, la lira turca si è indebolita dello 0,8% rispetto al dollaro USA, il 17 marzo, dopo aver toccato il suo punto più debole da settembre 2018, il 16 marzo. In un momento già particolarmente difficile per l’economia turca, la lira ha perso circa il 7% del suo valore rispetto al dollaro, nel 2020. 

Leggi Sicurezza Internazionale, il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Maria Grazia Rutigliano 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.