Narcotraffico, Spagna: sicario di Escobar rintracciato a Murcia

Pubblicato il 17 marzo 2020 alle 12:55 in Colombia Spagna

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Secondo alcuni indizi, il sicario di Pablo Escobar conosciuto come Mugre si troverebbe nella Regione di Murcia, nel sud della Spagna.

Le autorità colombiane stanno seguendo una linea d’indagine secondo la quale Luis Carlos Aguilar Gallego (alias Mugre) potrebbe vivere in Spagna, esercitando come pastore di una chiesa della regione di Murcia.

Aguilar sarebbe stato visto a giugno del 2017 nello stadio Nueva Condomina della città di Murcia, quando la nazionale colombiana giocò un’amichevole contro la nazionale spagnola prima dei Mondiali in Russia. Diversi imprenditori e dirigenti sportivi colombiani avevano pernottato allora nell’hotel La Finca Golf Resort e, secondo quanto affermato al quotidiano colombiano El Tiempo, alcuni hanno assicurato che Aguilar vivrebbe nella Regione di Murcia, dove sarebbe impegnato come pastore di una chiesa.

Le autorità colombiane stanno cercando di rintracciare Aguilar e altri cinque sicari del cartello di Medellín per acquisire informazioni sui casi ancora aperti in Colombia, come quelli degli attentati sul volo Avianca 203 e contro il Dipartimento Amministrativo di Sicurezza colombiano (DAS). Fonti ufficiali colombiane hanno confermato a El Tiempo che Aguilar è ancora vivo e alcuni informatori assicurano che vivrebbe tra Spagna e Argentina.

«Era astemio ed era assassino più letale del boss. Figlio di un padre assassinato e fratello di un consanguineo scomparso» – aveva riferito il noto sicario Jhon Jairo Velásquez Vásquez (alias Popeye), morto lo scorso febbraio, a proposito di Aguilar, poco prima di morire.

Un altro dei sicari di Pablo Escobar ancora in vita è Carlos Mario Alzate Urquijo (alias Arete), che ad oggi avrebbe 57 anni e vivrebbe a Barcellona. Con oltre 300 morti sulle spalle, fu condannato nel 1993. Dopo otto anni di detenzione venne scarcerato, avendo scontato la pena, e alcuni sicari cercarono di ucciderlo. Allora sparì, ottenne un’altra identità e si trasferì in Spagna.

Leggi Sicurezza Internazionale il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di spagnolo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.