Ungheria e Slovenia annunciano maggiore cooperazione

Pubblicato il 16 marzo 2020 alle 18:20 in Slovenia Ungheria

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il ministro degli Affari Esteri dell’Ungheria, Peter Szijjarto, si è recato in Slovenia per incontrare per la prima volta il suo omologo, Anze Logar. 

È quanto annunciato dall’agenzia stampa slovena, STA, la quale ha altresì aggiunto che nel corso del vertice, i due omologhi hanno discusso del rafforzamento della cooperazione tra i due Paesi e delle strategie volte a contenere la diffusione del coronavirus.  

A tale riguardo, il sito di informazione ungherese About Hungary ha aggiunto che Szijjarto ha annunciato che la cooperazione tra i due Paesi aumenterà nel settore economico, energetico e culturale. Entrambi i Paesi, ha rivelato il capo degli Esteri di Budapest, beneficeranno dell’avvicinamento tra Slovenia e Ungheria. Non a caso, tale rafforzamento delle relazioni, ha sottolineato il ministro ungherese, giunge dopo anni di rivalità tra i due Paesi. 

Nel corso della sua visita, Sijjarto ha altresì avuto modo di complimentarsi con il nuovo governo, appena insidiato dopo aver ricevuto la fiducia lo scorso venerdì 13 marzo. 

Alla guida del nuovo esecutivo vi è Janez Jansaleader del Partito Democratico della Slovenia, nazionalista e populista, primo partito del Paese a seguito delle elezioni politiche del 2018. Tra i punti principali del partito vi è l’adozione della leva obbligatoria per incrementare la forza dell’esercito nazionale. 

Per questo nuovo mandato, Jansa ha dichiarato di volersi concentrare sul miglioramento del sistema sanitario nazionale, considerato inefficiente, sulla riduzione della burocrazia e sulla decentralizzazione. In aggiunta, secondo il patto raggiunto in coalizione, una volta al governo verranno aumentate le pensioni ed erogati più fondi per i comuni. 

Il premier incaricato ha già svolto tale ruolo per altre due volte nella storia politica slovena, dopo essere emerso in qualità di dissidente del regime comunista ai tempi della Iugoslavia. Nello specifico, aveva già guidato il governo dal 2004 al 2008 e dal 2012 al 2013. 

L’affidamento dell’incarico da parte del presidente a Jansa, tuttavia, ha sollevato preoccupazioni in merito all’emersione di una nuova ondata di populismo in Europa. Non a caso, il nuovo premier incaricato è considerato vicino al premier ungherese, Viktor Orban, il quale ha pubblicamente sostenuto la candidatura di Jansa alle politiche del 2018. 

A tale riguardo, il BNN Bloomberg sottolinea che tali preoccupazioni giungono in un momento in cui la Slovenia sta già faticando a contrastare internamente la crescita del populismo. In aggiunta, una volta al governo, Jansa potrebbe rafforzare i propri legami con i suoi simili europei, principalmente in Ungheria, Italia e Austria. In tale contesto si colloca anche l’accento posto dal premier incaricato sulle misure tese a innalzare i controlli alle frontiere. 

Già in occasione dell’affidamento dell’incarico al nuovo premier per la formazione dell’esecutivo il 27 febbraio, gli esperti avevano sottolineato il rischio che con Jansa al governo possa aumentare il supporto della Slovenia nei confronti di Orban, attualmente oggetto di diatribe in UE a causa dei dubbi in merito al rispetto dello stato di diritto in Ungheria. Nello specifico, il partito di Orban, Fideszaveva ricevuto, il 4 febbraio, il prolungamento della propria sospensione dal Partito Popolare Europeo (PPE), il quale raccoglie i principali movimenti politici di destra. A causare tale sospensione erano state le politiche adottate dal governo ungherese, considerate in grado di minare lo stato di diritto, la libertà di stampa e i diritti delle minoranze. Il premier ha sempre respinto tali accuse. 

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale 

Jasmine Ceremigna 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.