Afghanistan: Al-Qaeda sta reclutando i talebani scontenti

Pubblicato il 13 marzo 2020 alle 19:38 in Afghanistan Asia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

I funzionari locali della provincia orientale di Kunur, in Afghanistan, hanno dichiarato che Al-Qaeda, con il sostegno del Pakistan, ha iniziato a reclutare combattenti talebani contrari all’accordo con gli Stati Uniti. 

Abdul Sattar Mirzakwal, governatore della provincia di Kunur, ha dichiarato: “Sulla base delle nostre informazioni, l’intelligence pakistana e Al-Qaeda hanno iniziato sforzi per reclutare combattenti e comandanti talebani”. I membri del consiglio provinciale di Kunur hanno affermato che, oltre ad Al-Qaeda, molte altre organizzazioni terroristiche sono attive nella provincia. “È molto chiaro che i combattenti talebani e le loro famiglie, che vivono in aree in cui non viene mantenuta la pace, cercheranno di associarsi ad altri gruppi militanti come Al-Qaeda, l’ISIS o Lashkar-e-Taiba”, ha aggiunto Wilayat Mashwani, capo del Consiglio Provinciale di Kunar. L’ultima organizzazione a cui fa riferimento è un gruppo militante islamista con base in Pakistan. “È possibile che Al-Qaeda, che aveva precedentemente rapporti con alcuni gruppi talebani, allacci nuovamente le relazioni”, ha affermato Malek Sher Zameen, membro del Consiglio Provinciale di Kunur.
 
Molti degli abitanti di tale area hanno affermato che anche l’ISIS rappresenta la principale minaccia per loro e che numerose persone hanno lasciato le loro case a causa dei combattimenti tra talebani e Stato Islamico. “Vogliamo sicurezza e istruzione. Non vogliamo quei gruppi “, ha dichiarato Haidar Khan, residente nel distretto Chawki di Kunur. I residenti sono ottimisti riguardo all’accordo tra USA e talebani che è stato firmato il 29 febbraio a Doha, in Qatar, e sperano che questo porterà una pace duratura in Afghanistan. Funzionari locali, tuttavia, hanno affermato che i talebani finiranno per avviare combattimenti con le organizzazioni terroristiche come Al-Qaeda e l’ISIS se l’accordo di pace tra Stati Uniti e talebani verrà attuato con successo.

Secondo quanto ricostruito da Al Jazeera, l’ISIS ha fatto la propria comparsa in Afghanistan poco dopo la sconfitta dei militanti in Siria e in Iraq nell’estate del 2014. Gli affiliati afghani dello Stato Islamico si definiscono la “Khorasan Province”, rievocando i territori dell’Afghanistan, dell’Iran e dell’Asia centrale che formavano l’omonima regione ai tempi del Medioevo. Il gruppo di militanti era inizialmente composto da poche persone, principalmente talebani del Pakistan attratti dall’ideologia dell’ISIS. Ad oggi, la Khorasan Province conta migliaia di combattenti, i quali sembrerebbero provenire principalmente dall’Asia centrale, ma anche da Paesi arabi tra cui la Cecenia, l’India e il Bangladesh. Tra i combattenti, anche alcuni uiguri provenienti dalla Cina.

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Maria Grazia Rutigliano

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.