La Spagna sospende i collegamenti diretti con l’Italia per il coronavirus

Pubblicato il 11 marzo 2020 alle 6:21 in Italia Spagna

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Le autorità iberiche hanno deciso di chiudere i voli diretti con l’Italia fino alla mezzanotte del prossimo 25 marzo come misura preventiva per contenere la diffusione del nuovo coronavirus.

“Sono state introdotte misure di emergenza straordinarie per frenare la diffusione e il rischio di infezione da Covid-19 tramite l’imposizione del divieto di effettuare voli diretti tra la Repubblica italiana e gli aeroporti spagnoli”, si legge nel testo del comunicato.

I voli diretti sono sospesi per tutti gli aeroporti dalla mezzanotte dell’11 marzo fino alla mezzanotte del 25 marzo.

Queste limitazioni non sono valide per i viaggi ufficiali governativi.

Secondo gli ultimi dati del ministero della Salute spagnolo, il numero di casi di infezione da coronavirus ha superato 1.200 e circa 30 persone sono decedute.

Nella giornata di ieri anche le autorità serbe e slovene hanno limitato gli ingressi da Italia, Cina, Svizzera, Corea del Sud e Iran a seguito della diffusione del coronavirus. Le autorità albanesi hanno invece fortemente limitato i collegamenti aerei e navali con l’Italia.

Il cancelliere austriaco Sebastian Kurz, inoltre, ha comunicato la chiusura delle frontiere del Paese per le persone in arrivo dall’Italia senza certificato medico.

Lunedì sera il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha annunciato l’introduzione di misure ancor più stringenti per far fronte alla diffusione del coronavirus Covid-19, che secondo i dati ufficiali registra nel Belpaese 7.985 casi.


Leggi Sicurezza Internazionale il solo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di spagnolo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.