Coronavirus: anche la Bolivia segnala un caso sospetto

Pubblicato il 28 febbraio 2020 alle 6:10 in Bolivia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il governo di transizione della Bolivia riporta di aver rilevato un caso sospetto del nuovo coronavirus. Il cittadino arrivato dalla Cina è stato immediatamente ricoverato e messo in isolamento in un centro medico locale.

“In questo momento i nostri medici stanno studiando il caso di una persona con sintomi allarmanti e finché non avremo i risultati dei test di laboratorio lo stato del paziente verrà considerato come caso sospetto. Sono state prese tutte le misure di precauzione necessarie”, ha affermato in una conferenza stampa il ministro della Sanità Aníbal Cruz.

Secondo il ministro, il Paese sudamericano mantiene il suo sistema sanitario in allerta nel rispetto dei protocolli internazionali volti alla prevenzione dell’infezione da parte del nuovo coronavirus (COVID-19).

Il ministero della Sanità boliviano, congiuntamente con il ministero degli Esteri, ha fatto sapere che renderà noti al più presto i risultati delle analisi del paziente.

Il paziente si è recato in Cina il 7 febbraio ed è arrivato in Bolivia il 13. Quattro giorni fa ha iniziato a manifestare sintomi di raffreddore che, a causa della loro origine, sono stati identificati come sospetti, spiegano le autorità boliviane.

“Chiediamo di mantenere la tranquillità e la fiducia. Il Paese ha attivato un piano nazionale di preparazione e risposta per affrontare qualsiasi situazione relativa al nuovo coronavirus”, ha aggiunto il ministro.

Il rappresentante dell’Organizzazione Mondiale della Sanità in Bolivia, Alfonso Tenorio, ha riferito nella stessa conferenza stampa che il bilancio globale delle infezioni da parte del nuovo coronavirus è di 81.147 casi confermati in 37 paesi, il 98% in Cina, con 2.784 deceduti, il 99% dei quali in Cina.

I controlli preventivi del nuovo coronavirus in Bolivia sono concentrati negli aeroporti di La Paz, Santa Cruz e Cochabamba, i tre più importanti del Paese, e sono stati rafforzati dopo la conferma di un caso in Brasile.


Leggi Sicurezza internazionale il primo quotidiano italiano dedicato alla politica internazionale

Italo Cosentino, interprete di spagnolo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.