Maduro: Bolsonaro è una minaccia terrorista per il Venezuela

Pubblicato il 24 febbraio 2020 alle 12:33 in Brasile Venezuela

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente del Brasile minaccia il Venezuela con azioni di violenza e terrorismo. È quanto ha detto ai giornalisti il capo di Stato venezuelano Nicolás Maduro durante uno dei suoi consueti interventi televisivi.

“Nel Paese ci sono minacce terroristiche, vengono dal Brasile, Bolsonaro è dietro queste minacce di terrorismo e violenza contro il Venezuela, questo è Bolsonaro, ora l’esercito brasiliano non lo supporta. Ma Bolsonaro sta trascinando le forze armate del Brasile in un conflitto armato contro il Venezuela” – ha detto Maduro, aggiungendo che il presidente del Brasile è “una minaccia terrorista” per il suo Paese.

Il presidente Maduro ha ricordato che i soldati venezuelani fuggiti in Brasile per aver attaccato un’unità militare sono in procinto di ottenere lo status di rifugiati. “Hanno tentato un colpo di stato – accusa il leader chavista – e li accolgono come rifugiati politici”. 

Il ministro della Difesa venezuelano Vladimir Padrino Lopez aveva dichiarato il 22 dicembre scorso che un commando dell’opposizione aveva attaccato un’unità militare nel sud del Paese, l’attacco era fallito, ma un soldato era rimasto ucciso. Il presidente del Venezuela Maduro ha ripetutamente invitato Perù e Brasile ad arrestare ed estradare le persone coinvolte nell’attacco terroristico contro l’unità militare. Tuttavia il Brasile ha rifiutato ufficialmente di rispondere alla richiesta di Caracas.

Più tardi, dopo la scoperta delle identità di cinque militari venezuelani coinvolti nell’attacco, Maduro li ha definiti “terroristi e disertori” e ha chiesto al Procuratore generale di accelerare il lavoro con le autorità giudiziarie brasiliane per estradarli. Richieste che Brasilia ha sempre ignorato, in quanto non riconosce le autorità venezuelane.

L’ex presidente del Brasile, Michel Temer, aveva affermato lo scorso novembre che il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha consultato alcuni leader latinoamericani per pianificare misure militari contro il Venezuela. Mentre era ancora presidente del Brasile (2016-18), Temer e gli allora leader di Colombia e Panama, rispettivamente Juan Manuel Santos e Juan Carlos Varela, furono invitati da Trump a una cena, a margine dell’Assemblea delle Nazioni Unite a New York .

“Trump mi ha invitato a cena, assieme al presidente della Colombia [Juan Manuel Santos] e al presidente del Panama [Juan Carlos Varela]. Ci ha chiesto come intervenire militarmente in Venezuela” – ha detto Temer a un evento tenutosi il 27 novembre alla Casa de América di Madrid, secondo quanto riportato allora dalla stampa spagnola.

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di spagnolo e portoghese

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.