Polemica Paraguay-UE per i libri di testo

Pubblicato il 13 febbraio 2020 alle 6:30 in Europa Paraguay

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Una polemica sui libri di testo usati in Paraguay e finanziati dall’Unione Europea ha provocato tensioni tra Asunción e Bruxelles.

Il Ministro della Pubblica Istruzione del Paraguay, Eduardo Petta, ha lasciato intendere che l’Unione Europea ha la responsabilità degli errori riscontrati nei libri scolastici finanziati da Bruxelles e che sono alla base di dure critiche rivolte dalla UE alle autorità del Paese sudamericano.

“Cosa accadrebbe se la stessa Unione europea assumesse un funzionario di nome Noemi de Carter, boliviana, per prendere parte alle correzioni del materiale scolastico MaPara [matematica del Paraguay] la cui stampa è finanziata dalla UE? Tuttavia, ci sono diversi errori” – ha segnalato il ministro paraguayano su Twitter, lasciando intendere che le accuse rivolte al governo di Asunción da parte dell’Unione Europea non sono fondate dacché chi si occupa della revisione del materiale è stipendiato da Bruxelles.

Il 10 febbraio l’Unione Europea ha rilasciato una dichiarazione in cui si rammaricava che i fondi trasferiti in Paraguay fossero utilizzati per la stampa di libri pedagogici che, secondo la commissione, non soddisfacevano gli standard internazionali minimi.

“Esortiamo le autorità competenti a rafforzare i controlli di qualità sui materiali didattici per raggiungere gli indicatori previsti. Se non si raggiungessero i risultati sperati, l’Unione europea non sarà in grado di erogare pagamenti nei programmi futuri. L’Unione europea si rammarica di quella parte dei suoi fondi potrebbero essere stati utilizzati per la stampa di libri pedagogici che non soddisfano i necessari standard di qualità. I fondi dell’Unione europea provengono da contribuenti europei e sono destinati a sostenere il Paraguay nel suo sviluppo sostenibile e inclusivo” – si legge nella nota di Bruxelles.

L’Unione Europea sta finanziando quest’anno il programma di matematica del Paraguay, dalla prima alla sesta classe della scuole primaria, per l’insegnamento della matematica, ma i libri, secondo quanto denunciano sia a Bruxelles sia ad Asunción, presentano diversi errori.

I materiali sono stati distribuiti in tutte le scuole del paese, ma il portfolio educativo propone soluzioni e procedimenti errati riporta il quotidiano locale ABC Color, che sottolinea che il Ministero dell’Istruzione e delle Scienze del Paese ha elaborato i testi, e che la funzionaria inviata dalla UE li ha corretti, rivisti e approvati.

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di spagnolo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.