Cuba ringrazia sostegno dell’Unione Africana per porre fine all’embargo

Pubblicato il 13 febbraio 2020 alle 6:20 in Africa Cuba

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente cubano Miguel Díaz-Canel ha ringraziato il sostegno dei paesi membri dell’Unione Africana (UA) alla richiesta universale di Cuba di porre fine al blocco economico, commerciale e finanziario che gli Stati Uniti impongono al Isola dal 1962.

“L’Unione Africana esorta gli Stati Uniti ad eliminare il blocco ingiustificato contro Cuba. Apprezziamo il sostegno e la solidarietà dei nostri fratelli africani”, ha scritto il presidente cubano sul suo account ufficiale di Twitter.

La dichiarazione di solidarietà con Cuba è stata emessa durante la XXXIII Assemblea ordinaria dei Capi di Stato dell’Unione Africana, un organo continentale composto da 55 paesi. L’UA ha inoltre espresso il proprio sostegno alla risoluzione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite che in 28 occasioni consecutive si è pronunciata contro il blocco statunitense nei confronti dell’isola, con l’ultima votazione che ha visto ben 187 paesi esprimersi a sostegno del paese caraibico.

L’ambasciatore cubano presso l’Unione Africana, Ángel Villa, ha ringraziato il sostegno dell’organizzazione africana a nome delle autorità di L’Avana.

Secondo le stime ufficiali, i danni causati dal blocco imposto da Washington contro L’Avana da ormai quasi sei decenni ammonterebbero a oltre 900 miliardi di dollari, tenendo conto del deprezzamento del dollaro rispetto al valore dell’oro.


Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da 
Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di spagnolo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.