Cristina Kirchner: “L’Argentina non restituirà nulla al FMI”

Pubblicato il 11 febbraio 2020 alle 6:10 in America Latina Argentina

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Cristina Kirchner ha dichiarato che l’Argentina non ha intenzione di restituire “neanche mezzo centesimo” di debito al Fondo Monetario Internazionale e che uscirà dalla recessione con investimenti statali.

“L’Argentina non pagherà il debito contratto dall’ex presidente Macri con il FMI. Il governo uscirà dalla crisi economica attraverso un piano di investimenti nazionali”. Ad annunciarlo la vicepresidente Cristina Fernandez de Kirchner a L’Avana, in occasione della Fiera del Libro di Cuba, alla presenza del presidente cubano Miguel Díaz-Canel.

“Non possiamo pagare se non possiamo crescere e non possiamo crescere senza investimenti dello Stato. Non si esce da una recessione tagliando le spese dello Stato. Lo Stato è sempre il principale investitore. Finché c’è recessione nessuno pagherà neanche mezzo centesimo. Usciremo dalla recessione con un grosso investimento dello Stato”, ha affermato la leader peronista.

L’Argentina ha un debito complessivo di oltre 100 miliardi di dollari, per il quale aveva chiesto la ristrutturazione a settembre dello scorso anno. La Kirchener ha definito “illegale” il prestito e ha accennato alla necessità di indagare su come sia avvenuto il processo di indebitamento. 

Una missione tecnica del Fondo Monetario Internazionale arriverà la prossima settimana a Buenos Aires per discutere delle obbligazioni dovute al fondo. La vicepresidente potrebbe chiedere un sostanziale taglio del debito contratto con l’FMI, che ammonta a 57,4 miliardi di dollari.

Il paese sudamericano è entrato in una profonda crisi economica durante la presidenza di Mauricio Macri. A settembre del 2018, l’ex presidente ha contratto debiti con il Fondo per oltre $57 miliardi, battendo un record storico. In quell’occasione, Christine Lagarde, allora direttore generale dell’FMI, dichiarò che l’accordo con l’Argentina è il maggiore mai siglato dal Fondo.


Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da 
Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di spagnolo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.