Bolivia: Tribunale Supremo Elettorale sospende candidatura di Evo Morales

Pubblicato il 11 febbraio 2020 alle 6:20 in America Latina Bolivia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Tribunal Supremo Electoral (TSE) della Bolivia ha sospeso la candidatura parlamentare dell’ex presidente Evo Morales alle elezioni del prossimo 3 maggio.

Per ragioni burocratiche, il TSE avrebbe sospeso la candidatura al parlamento non solo dell’ex presidente Morales, ma anche quella di altre decine di candidati appartenenti al suo e ad altri partiti.

“Le candidature di Evo Morales e di altri candidati non sono in pericolo. Si tratta semplicemente di alcuni cavilli burocratici che verranno corretti entro la scadenza prestabilita”, assicura a seguito della decisione del TSE una fonte del Movimento per il Socialismo (MAS), che ha chiesto di rimanere anonima.

Le osservazioni fatte dei giudici non si riferiscono alla residenza di Morales, attualmente rifugiato in Argentina, e che era diventato oggetto di controversie nell’ultima settimana perché la Costituzione afferma che i candidati a legislatori devono risiedere permanentemente nel loro distretto nei due anni precedenti alle elezioni.

La decisione della Corte farebbe riferimento alla mancanza di alcuni dei certificati di base previsti dalle vigenti norme elettorali. Morales e gli altri candidati hanno 3 giorni di tempo per mettere in regola la loro candidatura alle elezioni di maggio.

La lista dei candidati sospesi è stata pubblicata sulla pagina web del Tribunal Supremo Electoral un giorno prima della scadenza per la revisione dei documenti dei candidati.

Tra i candidati sospesi del MAS compare anche l’ex ministro dell’Economia Luis Arce e il candidato al Senato ed ex ministro degli Esteri Diego Pary, in entrambi i casi per la mancata presentazione del certificato dei precedenti penali.
La decisione del TSE riguarderebbe anche il candidato alla vicepresidenza Marco Pumari, di Alianza Política Creemos, che non avrebbe presentato il suo certificato di servizio militare.

Nel caso di Morales, i suoi rappresentanti hanno dichiarato che si tratta di documenti relativamente facili da ottenere, come un certificato di nascita originale, un numero di telefono e un casellario giudiziario.


Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da 
Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di spagnolo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.