Italia e Spagna aumentano la cooperazione strategica

Pubblicato il 7 febbraio 2020 alle 18:01 in Italia Spagna

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il ministro italiano degli Affari Esteri, Luigi Di Maio, si è recato in Spagna, dove ha incontrato la sua omologa, Arancha Gonzalez Laya.

È quanto rivelato, venerdì 7 febbraio, dalla Farnesina, la quale ha altresì specificato che nel corso del vertice i due ministri hanno discusso a fondo del rafforzamento delle relazioni bilaterali.

In particolare, come dichiarato da Gonzalez Laya nel corso della conferenza stampa congiunta, i temi all’ordine del giorno sono stati molteplici, come l’incremento della cooperazione strategica tra i due Paesi, l’approccio da adottare nel post-brexit, l’allargamento dell’UE e la politica migratoria comunitaria.

Nello specifico, la decisione di aumentare la cooperazione strategica tra i due Paesi deriva, come annunciato da Di Maio, dal ruolo rivestito da entrambi i Paesi nel Mediterraneo allargato, area di interesse strategico per l’Italia.

Tale area, ha dichiarato Di Maio, è caratterizzata dalla forte influenza della Spagna su molti dei Paesi del Nord Africa, sui quali Roma e Madrid possono lavorare insieme. In particolare, tra i settori di cooperazione in tale area vi è lo sviluppo economico del Mediterraneo, il quale è considerato necessario per entrambi i Paesi.

Date le opportunità di cooperazione, Di Maio ha quindi annunciato l’intenzione condivisa con Gonzalez Laya di favorire un vertice bilaterale di governo tra Italia e Spagna.

In particolare, per quanto riguarda la Libia, Di Maio ha evidenziato l’importanza della stabilizzazione del Paese nordafricano, la cui pace è necessaria, secondo il ministro italiano, per il Nord Africa, per il Sahel e per l’Europa stessa. In aggiunta, Di Maio ha ribadito la propria preoccupazione per il blocco delle esportazioni di petrolio e per la minaccia terroristica a ridosso del proprio territorio.

In tale contesto, il ministro di Roma ha evidenziato il ruolo che Italia e Spagna potranno svolgere nell’orientamento della missione europea per il monitoraggio dell’embargo delle armi in Libia, data la conoscenza che entrambi i Paesi hanno delle dinamiche e dei rischi della regione.

Un altro tema rispetto al quale si rivela cruciale la sinergia tra i due Paesi è l’immigrazione. A tale riguardo, i due ministri hanno rivelato di essere al lavoro in prima linea su un nuovo documento per la collaborazione rafforzata, il quale potrà essere sottoscritto anche dagli altri Paesi del Mediterraneo. Ciò, ha rivelato Di Maio, darà un importante contributo per l’adozione di un nuovo Patto europeo sull’Immigrazione.

A tale riguardo, The Associated Press rivela che la Commissione europea ha in programma di iniziare il processo di riforma del sistema di richiesta di asilo e delle politiche migratorie dei 27 Paesi membri dell’UE entro il 2020. Uno degli ostacoli principali risulta essere la convergenza degli Stati del blocco comunitario sull’approvazione di una clausola di redistribuzione, al fine di alleggerire gli Stati costieri del peso dell’aumento degli sbarchi.

In merito a ciò, Di Maio ha sottolineato il ruolo che possono svolgere la Spagna e l’Italia, data la loro conoscenza e know-how in materia, essendo due dei Paesi maggiormente colpiti dal fenomeno e che, per tale ragione, hanno imparato ad affrontarlo.

 

Leggi Sicurezza Internazionale, il primo quotidiano italiano interamente dedicato alla politica internazionale

Jasmine Ceremigna

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.