Le vendite di armi russe in India superano i 15 miliardi di dollari

Pubblicato il 6 febbraio 2020 alle 6:20 in India Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’India è uno dei più grandi clienti della Russia per quanto riguarda il settore degli armamenti, dagli aerei e i sistemi di difesa aerea fino ai carri armati.

Gli acquisti di armamenti russi da parte di Nuova Delhi ha superato i 15 miliardi di dollari negli ultimi tre anni. A dichiararlo il vicedirettore dell’agenzia di cooperazione militare russa (FSVTS), Vladimir Drozhov.

“Negli ultimi tre anni, il valore degli acquisti delle nostre armi da parte dell’India ha superato i 15 miliardi di dollari”, ha affermato l’alto funzionario in una conferenza stampa a margine della fiera sulle armi DefExpo che si terrà dal 5 al 9 febbraio nella città indiana di Lucknow, nel nord-est del Paese.

Secondo Drozhov, dal 1991 ad oggi gli acquisti dell’India inerenti alla difesa raggiungono i 70 miliardi di dollari.

Nell’ottobre 2018, l’India ha firmato un contratto con la società Rosoboronexport per l’acquisto di cinque sistemi di difesa aerea S-400 russi, per un valore complessivo di 5 miliardi di dollari.

Drozhov ha dichiarato che il primo lotto, come previsto, sarà consegnato entro la fine del 2021.

Il funzionario ha affermato che l’addestramento delle forze armate indiane nella gestione di questi sistemi avanzati inizierà prima di tale data.

Il 4 febbraio, la società Almaz Antey ha riferito di aver avviato la produzione dell’S-400 per l’India.

L’S-400 Triumph è un sistema d’arma antiaereo di nuova generazione sviluppato da NPO Almaz, azienda russa del settore difesa, prodotto da MKB Fakel, azienda di stato russa con sede a Chimki, ed esportato da Rosoboronexport.

È stato progettato come sistema d’arma capace di intercettare e colpire aerei da guerra e missili balistici e da crociera che volano a una velocità fino a 4,8 km/s (17.000 km/h). Il sistema può individuare fino a 36 obiettivi contemporaneamente (80 nelle nuove versioni) in un raggio che va da 30 a 400 km in base al tipo di missile utilizzato.

Oltre all’India, anche la Cina, l’Arabia Saudia e la Turchia hanno acquistato questi missili antiaerei. Recentemente, anche l’Iran e l’Iraq hanno espresso interesse per l’acquisto dei nuovi armamenti russi.


Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da 
Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.