Venezuela: Maduro denuncia provocazioni militari di USA e Colombia

Pubblicato il 5 febbraio 2020 alle 6:30 in USA e Canada Venezuela

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente venezuelano Nicolás Maduro ha affermato che nei giorni scorsi una nave da guerra degli Stati Uniti è passata vicino alle acque territoriali venezuelane nel Mar dei Caraibi, ma si è ritirata dopo essere stata avvertita dalla Marina militare della nazione sudamericana.

“Pochi giorni fa una nave da guerra gringa ha iniziato a costeggiare le frontiere marittime del Venezuela, gli ufficiali della Marina hanno chiesto l’autorizzazione immediata per inseguirla e avvertirla che non poteva entrare nelle acque territoriali venezuelane, e io attraverso il Comando strategico operativo ho dato ordine di prendere tutte le misure necessarie per esercitare la nostra sovranità marittima, così è stato fatto e la nave è partita” – ha detto il presidente alla radio e alla televisione.

Maduro ha chiesto ai militari di avere “nervi d’acciaio” e il massimo adempimento del dovere nell’esercitare la sovranità e l’indipendenza del paese.

Allo stesso modo, il presidente ha ribadito che il suo omologo colombiano, Iván Duque, finanzia e addestra gruppi di mercenari per attaccare unità militari venezuelane. “C’è un gruppo di mercenari finanziati e addestrati da Iván Duque in Colombia, che sono stati inviati in Venezuela per compiere attacchi terroristici contro unità militari venezuelane” – ha detto Maduro. Il Capo dello Stato ha aggiunto che in breve tempo le agenzie di sicurezza venezuelane cattureranno tali mercenari e li puniranno secondo la leggi e in osservanza della giustizia del paese.

“In Venezuela vogliamo la pace, non il terrorismo di Iván Duque, l’indipendenza, la pace e la dignità”, ha detto Maduro.

In ripetute occasioni, il governo venezuelano ha ritenuto la Colombia responsabile della preparazione di un attacco attraverso l’organizzazione di azioni sotto falsa bandiera, ovvero azioni condotte da un governo ma in modo che appaiano sviluppate in maniera indipendente da gruppi armati o di sostegno. Da parte sua, Duque ha accusato il suo omologo venezuelano di proteggere una “banda di narcotororisti”.

Il 3 settembre scorso, Maduro ha attivato l’allerta arancione sul confine venezuelano con la Colombia, di fronte alle presunte minacce di azioni sotto falsa bandiera contro il suo paese.

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di spagnolo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.