Russia: esercito riceverà i missili Sarmat entro il 2021

Pubblicato il 4 febbraio 2020 alle 12:19 in Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Le principali caratteristiche del missile balistico intercontinentale Sarmat sono state per la prima volta rivelate al forum ARMY-2019.

I missili balistici intercontinentali Sarmat entreranno ufficialmente a far parte dell’arsenale delle forze armate russe a partire dal 2021. 

A riferirlo è il vice ministro della Difesa russo, Aleksey Krivoruchko, in un’intervista rilasciata a Radio Electronic Technology.

“I primi missili prodotti in serie saranno a disposizione dell’esercito entro il 2021”, ha dichiarato.

I Sarmat rimpiazzeranno i vecchi Voevoda (RS-20B Satan), considerati i missili strategici più pesanti al mondo.

In precedenza, il ministro degli Esteri Sergej Lavrov aveva dichiarato che la Russia è pronta a mostrare il nuovo sistema di difesa agli Stati Uniti d’America.

Il missile balistico intercontinentale “Sarmat” RS-28 sostituirà il missile strategico più pesante del mondo, l’RS-20V, meglio conosciuto in ambienti NATO come missile ‘Satan’.

L’RS-28, a differenza della versione RS-20, ha la peculiarità di non concentrare il proprio sviluppo sul concetto di peso massimo delle testate trasportate ma sulla tipologia di testate trasportate, che saranno capaci di seguire traiettorie irregolari e imprevedibili, rendendone quasi impossibile l’intercettazione da parte dei sistemi di difesa nemici.

Il peso di lancio massimo potrebbe arrivare alle 10 tonnellate e la gittata raggiungere i 18.000 km, il che significa che dalla Federazione Russa sarà possibile, almeno in linea teorica, raggiungere qualsiasi obiettivo sul pianeta. 

Secondo gli esperti russi, basterebbero 10 di questi missili per distruggere l’80% delle capacità del nemico. Anche i media occidentali sono stati più che lusinghieri, ipotizzando addirittura che anche uno solo di questi missili sarebbe in grado di spazzare via un’intera nazione.


Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da 
Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.