Lavrov: Damasco ha ripreso il controllo dei confini con Turchia e Iraq

Pubblicato il 26 gennaio 2020 alle 6:10 in Russia Siria

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

“La normalizzazione continua ad andare avanti e presto tutto il territorio siriano tornerà sotto il controllo di Damasco”, ha dichiarato il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov a margine dei colloqui con l’inviato speciale ONU per la Siria Geir Pedersen.

L’esercito siriano ha ripreso il controllo della maggior parte dei territori ai confini con la Turchia e l’Iraq […]. La situazione sul campo continua a migliorare: il territorio sotto il controllo dei terroristi è sempre meno. Ovviamente continuiamo a lavorare per neutralizzare le ultime sacche dei gruppi terroristici sia nella provincia di Idlib che nel nordest del Paese”, ha affermato.

Dopo l’incontro con Lavrov, al quale ha partecipato anche il ministro della Difesa russo Sergej Šojgu, Pedersen la prossima settimana visiterà Damasco, prima di prendere parte ad un nuovo briefing sulla questione siriana presso il Consiglio di Sicurezza dell’ONU.

Lo scorso 12 gennaio Russia e Turchia hanno siglato il cessate il fuoco, ma da allora sono state registrate oltre 400 violazioni, tra cui un attacco che nella giornata di giovedì è costato la vita a 40 soldati siriani e ha portato al ferimento di altri 80.

Il conflitto in Siria va ormai avanti dal 2011. Alla fine del 2017 è stata proclamata la vittoria contro lo Stato Islamico ma in alcune zone, come ad esempio nella provincia di Idlib, continuano gli scontri contro le ultime sacche di gruppi terroristici.

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.