Russia: cittadini, ONG, sindacati e artisti coinvolti nella riforma costituzionale

Pubblicato il 23 gennaio 2020 alle 6:10 in Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il gruppo di lavoro creato per preparare emendamenti al progetto di riforma della Costituzione russa intende tenere il numero massimo possibile di incontri con cittadini, ONG, sindacati, gruppi di artisti e altre categorie e organizzazioni sociali. Nelle prossime due settimane, ha dichiarato il co-presidente e membro della commissione per la legislazione costituzionale del Senato russo, Andrej Klišas, si terranno tali vertici con gruppi sociali provenienti da tutta la Russia.

Il presidente russo Vladimir Putin ha proposto il 15 gennaio, nel suo messaggio annuale all’Assemblea federale, di introdurre una serie di modifiche all’attuale Costituzione.

Per attuare le sue iniziative, Putin ha deciso di creare un gruppo di lavoro co-presieduto dal capo della Commissione costituzionale del Consiglio della Federazione, Andréi Klišas, dal suo omologo della Duma, Paval Krašeninikov e dal membro dell’Accademia delle scienze russa Talia Chabrieva.

Il gruppo di lavoro ha in programma di formulare gli emendamenti in tempo per la seconda lettura del rispettivo disegno di legge e i suoi co.presidenti hanno annunciato il 19 gennaio che le proposte di Putin durante il suo discorso davanti ai parlamentari sono state formulate in modo molto chiaro e avevano un alto grado elaborazione.

“Ora la cosa più importante è tenere il numero massimo di incontri con cittadini, ONG, sindacati e organizzazioni artistiche per comprendere meglio i desideri delle persone. Abbiamo in programma di realizzare questo lavoro nelle prossime una o due settimane, per preparare un elenco di proposte emendamenti di base e riferire al presidente” ha detto Klišas al canale televisivo Rossija 24.

Una legge sugli emendamenti alla Costituzione potrebbe essere approvata durante l’attuale sessione, che si concluderà il prossimo agosto, ha affermato il copresidente del gruppo di lavoro per gli emendamenti alla Costituzione e presidente della Commissione della Duma di stato per la legislazione, Pavel Krašeninikov. “Penso che lo faremo nella sessione di primavera” – ha risposto alla domanda su quando la legge potesse essere approvata.

Tuttavia il Comitato della Duma per le strutture istituzionali e la legislazione dello Stato ha sollecitato la Camera bassa il 21 gennaio ad approvare la legge sugli emendamenti alla Costituzione in prima lettura, e ha raccomandato che il voto si tenga oggi, 23 gennaio.

L’attuale sessione della Duma di Stato della Russia si svolge dal 9 gennaio al 2 agosto, l’ultima plenaria è prevista per il 24 luglio prossimo.

Il 16 gennaio scorso, anche la presidente del Senato russo, Valentina Matvienko, ha ipotizzato che la legge sugli emendamenti alla Costituzione sarebbe stata approvata prima della fine della sessione in corso.

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.