Russia: Lavrov e Šojgu confermati ministri del nuovo governo

Pubblicato il 22 gennaio 2020 alle 12:49 in Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Secondo un decreto presidenziale, resteranno alla guida del ministero degli Esteri e del ministero della Difesa del nuovo governo rispettivamente Sergej Lavrov e Sergej Šojgu.

Vladimir Putin ha firmato il decreto sulla composizione del nuovo governo della Federazione Russa.

Del precedente governo guidato dal premier Dmitry Medvedev, oltre a Lavrov e Šojgu, conservano la guida dei dicasteri il ministro dell’Energia Aleksandr Novak, il ministro delle Finanze Anton Siluanov, che tuttavia perde l’incarico di vicepremier, e il ministro dell’Industria e del Commercio Denis Manturov.

Restano nel nuovo governo con lo stesso incarico anche il ministro dei Trasporti Evgeny Ditrich e il ministro dell’Interno Vladimir Kolokoltsev.

Ricordiamo che il nuovo premier nominato dal presidente Vladimir Putin è Michail Mišustin, in precedenza direttore dell’Agenzia Fiscale Federale.

Il precedente governo, guidato dal premier Dmitry Medvedev, si era dimesso lo scorso 15 gennaio a seguito del messaggio presidenziale all’Assemblea federale, in cui Vladimir Putin aveva delineato le iniziative per modificare la Costituzione. In particolare, il presidente russo ha proposto di attribuire alla Duma il diritto di approvare la candidatura del primo ministro, dopodichè il capo di Stato non avrà più il potere di bloccarne la nomina.

Lo stesso giorno, Putin ha promosso la candidatura a primo ministro del direttore dell’Agenzia Fiscale Federale Michail Mišustin e il 16 gennaio la Duma ha votato a favore della sua nomina.


Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da 
Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di russo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.