Bolivia congela conti dell’impresa petrolifera venezuelana PDVSA

Pubblicato il 21 gennaio 2020 alle 12:24 in Bolivia Venezuela

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La procura generale della Bolivia ha ordinato il congelamento dei conti della compagnia petrolifera statale venezuelana, Petróleos de Venezuela S.A. (PDVSA), per avviare un’indagine sul presunto storno di fondi verso personalità politiche legate a Evo Morales.

Le inchieste sono iniziate dopo l’arresto di María Palacios, una collaboratrice dell’ex ministro della presidenza di Morales, Juan Ramon Quintana, mentre tentava di prelevare 100.000 dollari, per portarli fuori dal paese.

Come spiegato alle autorità di La Paz, la somma sarebbe stata destinata al pagamento dei salari per il personale della PDVSA in Argentina. Tuttavia, la magistratura boliviana sta indagando se tale somma grande andrebbe a Morales, che ha ricevuto asilo politico proprio in Argentina.

Il procuratore Marco Villa ha spiegato in una conferenza stampa che la società venezuelana ha 44 milioni di pesos boliviani (oltre 6 milioni di dollari) depositati in diversi conti nel paese andino. Inoltre, Villa ha aggiunto che l’Unità investigativa finanziaria (UIF) e l’Autorità di vigilanza del sistema finanziario (ASFI) della Bolivia partecipano all’inchiesta.

Il procuratore ha affermato di essere stato “colpito” dal modo irregolare con cui Palacios intendeva ritirare il denaro, cosa che non sarebbe stata necessaria se fosse veramente servita a pagare stipendi in Argentina. “Rimane inoltre da chiarire come e perché questi importi non sono stati dichiarati” – ha detto.

Il nuovo governo della Bolivia sta portando alla luce numerosi presunti scandali legati all’amministrazione Morales e la magistratura sta indagando su tutti i fatti di presunta corruzione verificatisi durante l’era di Evo Morales (2006-19). Nelle indagini sono coinvolte organizzazioni e imprese pubbliche dei principali alleati del deposto presidente, la Cuba castrista e il Venezuela chavista.

Caracas ha protestato per la decisione della magistratura boliviana, affermando che la PDVSA ha operato sempre in piena osservanza della legislazione boliviana e ricordando che La Paz ha ottenuto per anni il petrolio a prezzi di favore da parte del Venezuela.

Scarica l’app gratuita di Sicurezza Internazionale da Apple Store o Google Play

Italo Cosentino, interprete di spagnolo

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.